Grande Fratello 10, Alessandro Cecchi Paone: “Io sono l’unico a difendere George!”

Uno degli intellettuali più amati della televisione italiana, è, senza ombra di dubbio, Alessandro Cecchi Paone, opinionista fisso, nei programmi di Barbara D’Urso, per quanto concerne l’attuale edizione del Grande Fratello 10, che volge ormai al termine. Ricordiamo come, nel corso della sua prima edizione, Cecchi Paone avesse dimostrato tutto il suo sdegno, nei confronti del reality, in occasione dell’assegnazione dei Telegatti, durante la quale era stato scavalcato proprio dal programma più seguito d’Italia, a scapito del suo programma di divulgazione scientifica. Ora però, l’intellettuale si è alquanto ricreduto sulle potenzialità, anche sociali, del reality, tanto da ricoprirne i panni di opinionista, appunto. In merito al suo cambio di opinione, Alessandro ha affermato: “Questo reality è l’unico veicolo di massa per i diritti civili in Italia. Lo scorso anno ha vinto un rom clandestino”, ricordando anche la presenza, in questa edizione, di un omosessuale dichiarato e di un trans, temi “scottanti” difficilmente affrontati altrove.

In merito ai concorrenti di questa decima edizione, Alessandro afferma convinto: Io sono l’unico a difendere George! E non per le cose che fa, che sono assolutamente indifendibili, ma perché io penso che, in un Paese civile, anche il peggiore degli assassini abbia diritto a una difesa di ufficio”.

E circa la presenza nel cast di Gabriele Belli, transessuale, e di Maicol Berti, omosessuale, il celebre intellettuale afferma: “Gabriele ha messo in evidenza la vicenda traumatica, drammatica e dolorosissima del cambiamento di sesso. Credo che questa sia la cosa più terribile che possa capitare a una persona, sia dal punto di vista psicologico sia fisico. Per quanto riguarda Maicol, invece, io credo che il suo atteggiamento danneggi ulteriormente la comprensione della normalità dell’omosessualità comune, perché accentua l’immagine della macchietta”.

In ogni caso, in riferimento a Maicol e alle sue continue dimostrazioni di affetto, spesso morbose, nei confronti di Giorgio, Cecchi Paone afferma di aver condiviso il suo atteggiamento, a sostegno della teoria della sincerità nei sentimenti.

Per quanto riguarda, invece, le presunte provocazioni lanciate dalle due bellissime della Casa, Sarah Nile e Veronica Ciardi, Alessandro non si espone ulteriormente, lamentando solo l’assenza, in questo caso, di una rappresentante del mondo lesbo ad essersi esposta sulla vicenda.

Emanuela Longo