Amici 9: Loredana Errore scappa dallo studio in lacrime, poi torna

Ieri sera, è andata in onda su Canale 5, l’ottava puntata di “Amici 9”, il talent show condotto da Maria De Filippi. La serata è stata resa decisamente più “frizzante” dai litigi in studio (vedi la polemica Marco Garofalo VS Platinette) e da un imprevedibile (ma mica tanto) colpo di scena. Loredana Errore, si è distinta all’interno della scuola per originalità e carisma. Con la sua voce particolarmente riconoscibile, dal timbro assolutamente personale e nuovo, ha davvero conquistato sia il pubblico da casa sia gli addetti ai lavori. Ma la Errore è famosa anche per alcuni “colpi di testa”, sicuramente normali e giustificati data la tensione che il programma e tutto quello che gira intorno può comportare. Ieri sera Loredana non ha retto proprio più, infatti è scoppiata a piangere in studio a causa delle critiche e delle pesante situazione che la vede perennemente a confronto con l’altro pezzo forte del programma: la verace salentina Emma Marrone.

Loredana infatti, dopo aver cantato la sua autobiografica “Ragazza Occhi Cielo” (pezzo scritto per l’occasione da Biagio Antonacci), ha dovuto “subire” le critiche di Platinette, che l’accusava di avere difficoltà nel controllo vocale. Loredana stressata a quindi detto:  “A me questa competizione non mi giova dal punto di vista umano”, lacrime immediate e corsa dietro le quinte scusandosi. Maria De Filippi, dopo un improvviso ma breve momento di sgomento l’ha raggiunta nel backstage per cercare di riportarla in studio. In diretta intanto, Luca Dondoni prende in mano la situazione dichiarando che lo stress di Loredana è dovuto probabilmente dal fatto che all’inizio era stata quasi dichiarata vincitrice indiscussa del programma e poi, man mano le polemiche e le critiche l’hanno massacrata senza pietà.

Anche Platinette si alza e raggiunge il backstage per riportare la Errore in studio. Rientrata, dopo un piccolo imbarazzo generale il programma prosegue senza ulteriori intoppi, per la serie “anche questa è passata”.

V.g.