Tv: Resoconto ottava puntata di Amici – seconda parte

La seconda sfida ha inizio con la prova canto, prova che prevede l’esecuzioni dei singoli presenti nel cd ” Nove”. Da una parte Loredana con la sua ” Ragazza occhi cielo” e per la squadra bianca Emma con ” Calore“.
Bello e coinvolgente sia il singolo che l’interpretazione della cantante salentina, ottima performance per questo canzone al suo  primo ascolto in assoluto.
Ma con la sua “Ragazza ochi cielo” Loredana giunge dritta come un pugno allo stomaco nel cuore della platea e del pubblico a casa che le decretano la vittoria con il televoto.

Terza prova. Ballo. Ed è ancora la volta della coreografia del Maestro Garofalo che con un palo della lap dance e un medley di Britney Spears mette a confronto Elena per i blu e Stefano per i bianchi.
Entrambi bravi ma il giudizio finale della commissione non è esaltante, attribuendo la colpa di ciò alla coreografia in sè e non alle rispettive esecuzioni dei ragazzi. Polemiche in studio.

Quarta prova: Canto. E ancora una volta le punte di diamante del programma si sfidano nella sensuale ” Pensiero stupendo” . Loredana, aiutata dal suo registro greve, risulta convincente, sensuale e limpida… aggiungendo sempre del suo anche in questo pezzo dall’interpretazione unilaterale.
Emma risulta meno convincente edecide di giocare la carta dell’ironia e di aiutarsi con la gestualità. Bella intepretazione ma non ai livelli di Loredana, cosa che, viene infatti poi decretata dal televoto.

Quinta prova: Coreografia di Steve Lachance sulle note di ” Loosing my religion”. Da una parte Elena, dall’altra Stefano.
Quest’ultimo sbaglia una presa e affronta il pezzo nel modo sbagliato, mentre la ballerina risulta in perfetta coesione con il suo partner e regala una delle più belle perfomance di quest’edizione. Nonostante l’indiscutibile risultato il pubblico da csa premia il ballerino napoletano.

Sesta prova: Prova di canto che vede contrapposti da un lato Matteo e dall’altro Pierdavide. Devono affrontare un inno peruviano. Entrambi lo personalizzano. Matteo lo canta in spagnolo in pieno stile lirico mentre Pierdavide regala un’esibizione più intima, in inglese, coadiuvato dall’amica chitarra.