Vuoi sedurre? La scienza ti dice come fare!

Per molti la scienza risulta essere pesante in alcuni suoi aspetti, per altri interessante. Per tutti però è utile nel risolvere alcune questioni…anche quelle più strane.

Nell’arte della seduzione, quando corteggiamo una donna, quando ci troviamo in intimità con la nostra partner e in tante altre occasioni analoghe, ci sono delle reazioni a catena di cui non conosciamo l’esistenza(o almeno al momento non ci pensiamo).

Dopamina, serotonina…tranquilli non si tratta di un’interrogazione! Sono due fattori che incidono sull’eccitazione. Come spiega Piero Angela nel suo libro: “Quando guardi una ragazza che ti piace, l’ipotalamo innesca la produzione di ormoni. Quello che succede dopo è una reazione a catena: si alza la dopamina(regola l’eccitazione) e si abbassa la serotonina(freno inibitorio). Qui entrano in gioco i centri nervosi: quelli situati lungo il midollo spinale trasmettono l’eccitazione ai genitali e così avviene l’erezione”.

Anche la fiducia è un fattore fondamentale nel rapporto di coppia. Sottoponendo 48 coppie a una iper-risonanza magnetica funzionale(tradotto in italiano sarebbe l’analisi combinata dei due cervelli) si è visto che, ai segnali di fiducia e di altruismo dell’uomo, la donna risponde con altrettanta generosità. Secondo Helen Fisher della Rutgers University del New Jersey: Questo succede perchè, nella fase dell’innamoramento, una delle aree cerebrali più attive è il nucleo caudato, dove si registra un segnale che rivela sensazioni piacevoli quando, in situazioni di incertezza, si decide di dare fiducia a un’altra persona”.

Al primo appuntamento non sempre è positivo raggiungere l’intimità con il proprio partner. Infatti rimandando la cosa a un secondo appuntamento mette in moto la fantasia, cosa che poi rende il nuovo incontro più interessante. Come spiega Alessandro Celerino, docente di neurobiologia a Pisa: Spingerti a fantasticare lasciandoti a bocca asciutta fa scattare l’interruttore del piacere nel tuo cervello: la dopamina”.

Può capitare che conoscendo varie ragazze, spesso ci si convince che quella di turno sia quella giusta e istintivamente si tende a voler continuare a frequentare il partner “sbagliato”. E poi si beccano le batoste! Come si può porre rimedio? Mangiate cioccolata per produrre più serotonina. Risultato? Eviterete di innamorarvi di tutte quelle che incontrate e forse…sceglierete davvero quella giusta!

Serotonina…dopamina…si incontrano spesso! Magari un’occhio di riguardo alla scienza…tutto sommato non è poi così pesante!

Antonio Pellegrino