Amici 9: resoconto puntata (09-03-2010 prima parte). Gli Occhi Cielo di Loredana inondati di lacrime


La puntata del day time di Amici ci racconta la reazione di Loredana al rientro in casetta dopo la sfida. La ragazza è turbata per l’episodio che l’ha vista protagonista di un momento di debolezza che l’ha fatta fuggire dallo studio in lacrime.

Loredana è dispiaciuta per quello che è accaduto in diretta. Il suo tentativo di giustificare una performance non eccelsa, con il particolare coinvolgimento causato dalla visione del video della sua rivale, è stato scambiato per un atto di ruffianeria. E lei non ha retto alla pressione dello studio scappando fuori: “Con quanto è successo voglio sprofondare. Da quando ho visto l’rvm di Emma, mi sono guastata. In cuor mio le volevo dire Emma non ti preoccupare! Se volevo leccare il sedere non stavo a 25 anni ancora a questo punto”.

Al compagno di squadra Matteo, che da la colpa dell’accaduto alle tifoserie che si spostano con i pullman per supportare i loro beniamini (“Io spero che la settimana prossima ci siano in studio i pullman da Agrigento”, visto che domenica la tifoseria in studio era a favore di Emma), risponde che il confronto esasperato non è quello che lei vuole e che la sua reazione è stata frutto del diritto di parola negatole da Platinette: “No, non è stato questo il fatto. Non è quello il confronto che voglio. Io stavo cercando di parlare, di spiegarmi. Se mi interrompi e mi dici lecchina è ovvio che mi sono ritrovata con le spalle al muro. Io sono contenta di stare qua dentro, ma questa competenza non mi giova dal punto di vista umano. Mi ha attaccata dopo mezza frase e non mi ha aiutata. A quel punto volevo solo scappare dallo studio. Se non vuoi sentire il mio parere che mi parli a fare. Ho visto una via d’uscita e l’ho presa. Deve dare la possibilità di spiegare”.