Arriva il passaporto con le impronte digitali

Milano, 9 marzo. Sarà il capoluogo lombardo la prima città ad attuare la normativa europea in materia di passaporti. Dalla giornata di mercoledì prossimo, infatti, i cittadini di Milano e provincia che richiederanno un nuovo passaporto, otterranno la nuova forma di documenti con cui presto viaggeranno tutti gli europei.

Il nuovo passaporto sarà dotato dei rilievi delle impronte digitali di ogni cittadino, contenute in n microchip insieme alla foto. L’aspetto esterno sarà uguale a quello del documento tradizionale, mentre all’interno sarà collocato il microchip. I documenti rilasciati prima del 10 marzo del 2010 resteranno considerati in corso di validità fino alla loro naturale scadenza.

Niente inchiostri complicati e dita annerite, comunque, durante la procedura in questura. Si tratta ormai di ricordi che fanno parte della cinematografia demodée. Una piccola macchina elettronica fotograferà nello spazio di pochi secondi gli indici della persona, lasciando le mani esattamente come le aveva trovate.

Certo, qualche naturale imbarazzo lo si prova nel far rilevare le proprie impronte, operazione cui fino ad ora la stragrande maggioranza delle persone ha avuto modo di assistere solo in tv ed al cinema. Ma è da considerare anche come  diversi stati europei già da alcuni anni hanno provveduto ad attuare la direttiva comunitaria in materia di documenti, i quali presentano dunque  da tempo le impronte digitali del titolare del passaporto, fatto che non è più di nessuna meraviglia, quindi, per numerosi cittadini dalla burocrazia più aggiornata della nostra.

S. K.