Calcio, Ferguson: giocheremo per vincere, eliminiamo questo Milan


Sir Alex gioca all’ attacco anche in conferenza stampa, come nella migliore tradizione della squadra che allena ormai da più di venti anni e tiene a chiarire che la vittoria in trasferta ottenuta all’ andata non condizionerà certo il loro modo di giocare: “La nostra filosofia non cambia. Noi siamo il Manchester United e giocheremo come al solito per vincere”.
Rooney non ha giocato sabato scorso in Premier League, ma il mattatore di San Siro dovrebbe essere regolarmente in campo: “Wayne è pronto, è migliorato molto rispetto a sabato, domani sarà dei nostri”. Non ci sarà sicuramente invece il difensore Wes Brown: “Starà fuori 5 o 6 settimane, spero di recuperarlo per la fine del campionato”.
Sulla gara di domani sera ecco il Ferguson pensiero: “Sarà una partita aperta ad ogni risultato, ci sarà spettacolo in campo. Noi cercheremo di chiuderla con il nostro gioco d’ attacco, ma sappiamo benissimo che il Milan sputerà sangue”.
Inevitabile in conferenza stampa l’argomento Beckham, accolto da numerosi fan in delirio all’ aeroporto: “Sappiamo quanto David sia bravo sulle fasce, i suoi cross sono famosi in tutto il mondo. Lo ammiro molto, ma noi dobbiamo pensare solo alla nostra partita. Avrà una grande accoglienza, poi dimenticheremo l’amicizia. E comunque nel Milan ci sono tanti giocatori importanti, chi mi assicura che Beckham sarà titolare?”.
Il brutto precedente di tre anni fa (3-0 nel ritorno al Meazza) non preoccupa più di tanto Sir Alex: “Allora eravamo stanchi fisicamente, la vittoria di San Siro è un passo in avanti, adesso bisogna fare quello più lungo. Guai a sottovalutare i rossoneri, già me li vedo. Cosa farei al posto di Leonardo? Non è un problema che mi riguarda”. La chiusura è ad effetto e ha un sapore di rivalsa: “Sarebbe ora di eliminarlo questo Milan”. Vedremo, caro Ferguson, vedremo…

Miro Santoro