Grande Fratello 10: la prima conferenza stampa di Mauro Marin

Come prevedibile Mauro Marin, il trevigiano di Castelfranco Veneto, ieri sera ha vinto questa ultima edizione del Grande Fratello 10. Su TGcom, possiamo leggere le prime dichiarazioni del profeta che ammette: “Nella casa sono andato controcorrente, in un gruppo già costituito. Ho provato a giocare il tutto per tutto come si fa a poker e tutti si sono schierati contro di me”.
Mauro voleva vincere onestamente per pagarsi il mutuo, ma al momento non disdegna nemmeno il mondo dello spettacolo e della TV dichiarando: “Se qualcuno riconoscerà in me delle velleità non mi tirerò indietro”.
Per quanto riguarda i ricordi e i momenti che si porta dietro tra ironia e viva emozione ammette: “Sicuramente Sarah e Veronica se si sposeranno non mi inviteranno al matrimonio, non dimenticherò di sicuro i calci di Carmela che voleva farmi capire di non prendere a calcetti George, una volta ho visto un aereo passare sulla casa con scritto ‘Resisti Mauro. I tuoi fans'”.
Odiato in Casa, amato follemente fuori. Marin infatti ieri sera ha vinto con l’80% di consensi positivi, un vero plebiscito insomma.
Durante la sua prima ufficiale conferenza stampa il simpatico ragazzo parla un po’ di tutto: “Dopo 4 mesi ho aperto riviste, ho controllato internet e visto la tv. Questa nella mia vita è la prima ‘seduta’ stampa. Mi sono accorto del fanclub su Facebook dedicato a me con quasi 400 mila iscritti, che la Gialappa’s di ‘Mai dire Grande Fratello’ mi ha definito ‘un intelligente mascherato da imbecille’ e che è venuto a mancare Alberto Ronchey, un vostro grande collega: mi ha colpito che si firmava con l’acronimo ‘Diverso parere'”.
Per quanto riguarda invece le potenziali tattiche di gioco, Mauro precisa: “Il vero Mauro c’è stato sempre nei 4 mesi, ma va distinto dal Mauro ‘giocatore’. Altrimenti sarei stato un vero attore. In certi casi mi sono ispirato ad Alvaro Vitali in ‘Pierino’. Io ho dato confidenza estrema da subito e questo probabilmente è stato vissuto come una forma di aggressione”.
E il mondo dello spettacolo? Vedremo Mauro Marin ancora in televisione in futuro? Il trevigiano in merito dichiara: “Mio padre mi diceva ‘Mauro ti mando a casa, a scuola e in chiesa se non fai il bravo’, ovvero dalla vita hai solo da imparare. Ho fatto ragioneria e poi avrei voluto studiare all’Istituto d’arte. Poi ho fatto il cameriere, l’imbianchino, ma se qualcuno riconoscerà in me delle velleità non mi tirerò indietro, anche se non ho fatto nessun corso di recitazione”.
V.g.