Home Televisione

Il futuro di Paolo Bonolis … con una casa di produzione

CONDIVIDI

Sembra ormai re incontrastato della tv italiana Paolo Bonolis , assieme al suo fidato amico e collega Luca Laurenti. Tutti lo vogliono, molte apparizioni e boom di ascolti: l’unico che può tenergli testa ormai è il mitico Fiorello che invece in questo periodo resta un pò più dietro le quinte.

Dopo il grande successo ottenuto con la sua partecipazione alla serata iniziale del Festival della canzone italiana di Sanremo 2010, Bonolis ha bissato con l’entrata ieri sera nella casa del Grande Fratello per l’ultima puntata.

Nella città ligure lo abbiamo visto proporre gli immancabili sketch con la sua spalla di sempre, Luca Laurenti , insieme al quale hanno creato un clima euforico e rilassato che di sicuro ha favorito l’entrata in scena della presentatrice ufficiale Antonella Clerici.

Ieri sera il presentatore “romano de Roma”, ha varcato la soglia di Cinecittà per andare a fare un’incursione nella casa più famosa d’Italia. Da subito ha suscitato l’ilarità sia dei concorrenti finalisti, Mauro( poi vincitore), Giorgio, Alberto e Cristina, sia del pubblico in studio che della stessa Alessia Marcuzzi che per le risate incontenibili a fatica è riuscita a chiudere il collegamento.

 Paolo Bonolis sta preparando la sesta edizione di “Ciao Darwin“, sottotitolato “La regressione”, dieci puntate in prima serata su Canale 5 dal 19 marzo. Un sottotitolo che mette in luce come lo show mostri  la regressione nei rapporti umani, rappresentando e facendo una parodia della vita che viviamo , ma Bonolis ribadisce la fiducia nella gente che deve capire che ci illudiamo di essere andati avanti e invece stiamo tornando indietro”. “Guerre, malattie, inquinamento e miseria -spiega Bonolis- sono frutto dell’avidita’ che sta uccidendo il mondo: noi sappiamo perfettamente che tutto cio’ e’ un danno collettivo, ma nessuno vuole mettere a repentaglio i propri vantaggi. Siamo conniventi. Nessuno si interessa piu’ di valori. Ma tanto, come prevede la profezia dei Maya, nel 2012 finisce tutto…”.

 E sul “Senso della vita”, previsto  in autunno, Bonolis anticipa: ”Stiamo studiando una formula tutta nuova e una collocazione oraria diversa”. Proprio  sollecitato sulla possibilita’ di sganciarsi dai contratti con le reti tv per essere indipendente dichiara di voler fondare una casa di produzione quando certo scadrà il contratto, nel 2011 .

Francesca Ceccarelli

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram