Potenza: anziano strangola la moglie e poi si impicca

Una “normale” lite sfociata in tragedia. Sarebbe questa l’ipotesi più accreditata dagli inquirenti per spiegare la dinamica del dramma che si è consumato questa mattina a Marsiconuovo, in provincia di Potenza, nell’abitazione degli anziani coniugi Vaccaro. A dare la segnalazione dei due cadaveri rinvenuti in casa, la figlia della coppia che, in seguito all’ abbondante nevicata, aveva oggi deciso di raggiungere gli anziani genitori per accertarsi che tutto andasse bene.

Quando è arrivata sul posto le si è prospettato il più atroce degli scenari: il corpo della madre steso per terra ormai privo di vita e quello del padre penzolante, attaccato a una corda con la quale si era impiccatao. Secondo la ricostruzione formulata dai Carabineiri di Viggiani, Gerardo Vaccaro, di 74 anni, avrebbe stamattina strangolato la 76enne moglie Iolanda, al culmine di una discussione rovinosamente degenerata. Resosi conto dell’accaduto, avrebbe quindi raggiunto il deposito degli attrezzi situato vicino casa per procurarsi la corda con cui si è tolto la vita.

A rendere ancora più inspiegabile la tragedia avvenuta nel potentino è la mancanza di segnalazioni su precedenti violenze consumatesi tra i coniugi Vaccaro, da tutti definiti una coppia tranquilla. Indicazione che sembrerebbe rinforzare l’ipotesi secondo la quale Gerardo Vaccaro avrebbe compiuto l’estremo gesto, colto da un impovviso raptus di follia. Omicida e suicida.

Maria Saporito