Amici 9: resoconto puntata (11-03-2010 terza parte). Garrison affronta Garofalo mentre Steve consola Elena

 

La lite tra i due insegnanti sembra essere infinita e il litigio si sposta sul profilo personale e il valore delle coreografie messe in scena da entrambi. Intanto Steve rincuora la sua giovane allieva, invitandola a non dare peso alle parole di un singolo, rispetto al resto della commissione danza entusiasta di lei.

Garrison nega che Elena abbia marcato. I ballerini professionisti, interrogati in merito, si rifiutano di dare un parere, e così i maestri si ‘scornano’ sulla valenza dei rispettivi balletti:

G: “Ma hai visto cosa stai mettendo sul palco? Slinguare da destra a sinista!”

M. G: “Ma perché le tue che significano? Sono nove anni che fai sempre le stesse cose!”

G.: “Comunque non sto parlando di me. È normale che tratti una ragazza di 18 anni così?”

M.G.: “Non ti devi intromettere. Non puoi interrompere l’orario mio. Lei deve imparare a trattare le persone. Se tu mi attacchi nel mio lavoro e non fai quello che ti dico io. Ha ballato al 30%. La professione è professione. Ti faranno l’applauso domenica. Garrison falla finita!”

G.: “Lei è professionale e ha avuto troppa pazienza. Se tu sei buono, che cos’è il cattivo. Che farla finita, ho appena iniziato è due mesi che guardo come hai ridotto questa ragazza”.

Intanto in sala relax Steve La Chance consola Elena. La ballerina ha il supporto di tutta la commisione danza che crede nelle sue grandi doti: Pensi che siamo pazzi noi. Garrison, io, Alessandra a credere in te? Elena si vede chi sei tu e cosa sai fare”.

“Ma anche io ci credo in me. Io poi ci ripenso alle cose. Io domenica con tutta l’educazione possibile gli rispondevo. L’ho sempre chiamato maestro, io nonostante tutto avevo rispetto per il lavoro suo. Io ho dato un senso a tutto quello che dovevo fare di suo. E mi devo sentire dire queste cose!”