Amici 9: si cambia il giorno della messa in onda, ed intanto nuovo scontro Garofalo-Elena

Il talent show più famoso d’Italia “Amici”, giunto alla nona edizione, capitanato come sempre da Maria De Filippi, cambia ancora. A partire dal giorno della sua messa in onda: dalla prossima settimana infatti, il programma cambia giorno, dalla domenica sera si slitta direttamente al lunedì. Ma non è tutto: anche le sfide verranno modificate, saranno infatti dirette e di categoria.

La prossima settimana vedremo delle sfide diventate un classico ormai: Matteo contro Pierdavide, Loredana contro Emma ed Elena contro Stefano. I tre vincitori accederanno quindi di diritto alla semifinale, mentre i tre perdenti verranno messi in ballottaggio.

Vedremo anche i loro tutor, che avranno il compito di valorizzare le già visibili doti della persona che hanno deciso di mettere sotto contratto. Matteo verrà preparato da un rappresentante della Sugar, Loredana da uno della Sony ed Emma dalla Universal.

Cominciando con Loredana Errore, Rudy Zerbi le propone un bellissimo pezzo di Samuele Bersani “Spaccacuore”, e la Errore sembra davvero entusiasta. Mentre ad Emma propongono “Albachiara” di Vasco Rossi.

Verrà introdotta in puntata anche una nuova prova “jolly”, prova a disposizione delle case discografiche durante la quale i ragazzi duetteranno con un cantante famoso.

Nel frattempo le polemiche sembrano davvero non mancare mai. Marco Garofalo ed Elena sono infatti in guerra costante. Il simpatico coreografo, durante un video afferma di aver sempre cercato di aiutarla, e non esclude che, dietro l’atteggiamento della ragazza possa esserci lo zampino di Steve e Garrison.

Garofalo, conclude il suo intervento sostenendo che la ballerina della squadra blu è davvero “ingestibile”, e che dovrebbe abbandonare immediatamente la scuola.

Elena in lacrime afferma: “Volevo fare almeno l’ultima settimana serena, tanto lo so che esco, ma niente”. Poi cerca di difendersi nel videobox: “Non è vero che non ho rispetto, io lo saluto e lui no, non riconosce nulla”.

V.g.