Calcio, Milan-Preoccupa Nesta, ma Galliani è sicuro: “Vinciamo lo scudetto”

Dopo l’umiliante ko di ieri sera all’Old Trafford di Manchester, Adriano Galliani prova a scacciare i fantasmi della delusione  con la cabala. Quella di ieri sera è la seconda peggior sconfitta nelle coppe europee nella storia del Diavolo, ex-aequo con altri due 0-4, subiti rispettivamente il 4 aprile 2002 in Coppa Uefa a Dortmund, contro il Borussia ed il 7 aprile 2004 in Champions League a La Coruna, contro il Deportivo. Il peggior tonfo rossonero nelle eurocoppe risale invece al 25 novembre 1959, 1-5 al Camp Nou contro il Barcellona, in Coppa dei Campioni. Se invece teniamo conto dei trofei internazionali ufficiali, i rossoneri hanno subito una sconfitta ancor più pesante: 6-0 ad Amsterdam nella finale di Supercoppa Europea del 16 gennaio 1973. Ma l’amministratore delegato milanista non si lascia prendere dallo sconforto e riporta una “vecchia” coincidenza per tentare di sollevare il morale della truppa: “Vedrete che sarà come dopo La Coruna: ora vinciamo lo scudetto“. Questa la battuta di Galliani appena sceso dall’aereo, questa notte e Malpensa. Oggi la squadra di Leonardo è già tornata al lavoro in vista del prossimo impegno di campionato contro il Chievo Verona. Facce deluse e sconsolate, ma bisogna immediatamente voltare pagina, altrimenti si mette a rischio quanto di buono fatto finora. Anche il tecnico brasiliano non ha molto per cui sorridere. Non soltanto per l’eliminazione dall’Europa che conta, ma soprattutto per le numerose assenze. Alexandre Pato è ancora alle prese con un problema muscolare e dovrebbe tornare a disposizione all’inizio della settimana prossima. Ma a tenere in ansia tutto lo staff rossonero è Alessandro Nesta, fermatosi nel “warm up” a Manchester dopo un trauma a livello del comparto esterno del ginocchio. Il difensore, che da tempo convive con un fastidio all’articolazione, domani mattina si sottoporrà ad una visita specialistica al ginocchio destro con il professor Mariani nella clinica Villa Stuart, a Roma. Per il momento i controlli a Milanello hanno escluso lesioni al menisco o ai legamenti, ma c’è preoccupazione per i tempi di recupero. Anche Amantino Mancini e Luca Antonini si sottoporranno ad acceratmenti. Il laterale effettuerà un’ecografia dopo il riacutizzarsi del problema al flessore della coscia destra che lo ha messo ko a pochi minuti dalla sfida europea. Il brasiliano,  invece, cercherà di capire l’entità del problema muscolare che lo tiene fermo ai box. L’unico ad essere sicuro del proprio infortunio è Daniele Bonera: contrattura al polpaccio. Sabato mattina si cercherà di capire quanti giorni di stop sarà costretto a rispettare e si proverà di stilare un programma di recupero per lui.

Andrea Bonino