Calcio, Milan- Leonardo: ” Sconfitta importante contro un grande Manchester”

Ieri sera il Milan è stato eliminato dalla Champions League dal Manchester. La squadra di Ferguson ha travolto i rossoneri segnado ben 4 reti. Delusione per i tifosi rossoneri che forse non si illudevano sperando nella missione impossibile ma non credevano di subire una simile umiliazione.

Leonardo è uno degli imputati della serata di Champions per alcune decisioni in particolare sugli uomini schierati dal primo minuto. Ecco le sue dichiarazioni subito dopo la gara: “Analizzare questa partita in questo momento sarebbe superficiale. E’ stata senza dubbio una sconfitta importante contro un grande Manchester, è chiaro che la gara di andata ci ha condizionato. Ci voleva tutto questa sera per fare l’impresa e noi questo tutto purtroppo non l’avevamo. Avevamo immaginato una gara diversa e anche le situazioni si sono susseguite negativamente. L’infortunio di Bonera al termine del primo tempo ed il gol subito dopo pochi minuti all’inizio della partita sono situazioni difficili da rimontare.”

Il mister era stato costretto a mandare in campo Seedorf al posto del difensore e ad arretrare così Massimo Ambrosini in difesa. Certo il goal allìinizio del secondo tempo ha tagliato un pò le gambe ai rossoneri. “Abbiamo avuto problemi strutturali ma bisogna anche riconoscere la grande forza del nostro avversario. Ritengo comunque che non si debbano dare etichette a questo Milan per quello visto questa sera. Siamo ancora secondi in campionato a 4 punti dall’Inter, abbracciamo le nostre certezze e non facciamoci condizionare dal risultato negativo di oggi.”

C’è sicuramente peò bisogno di fare qualcosa soprattutto pensando al futuro. Il Mister però non è totalmente d’accordo: “Questo Milan non deve essere trasformato, deve essere solo intelligente a far si che questo stop negativo non vada a condizionare gli obiettivi del campionato.”

Dopo questa umiliazione quindi i rossoneri devono essere forti e dimenticare in fretta pensando a far bene in campionato.In attesa di recuperare uomini importanti come Pato e Nesta si spera di avere ancora qualcosa da dire per la corsa allo scudetto.

Filomena  Procopio