Elezioni, massima vigilanza per rischio brogli

Giunge dal viminale un appello alla massima vigilanza per i seggi e il materiale elettorale, in vista delle regionali di fine Marzo. Ad esortare un’attenzione  maggiore è il capo della polizia, Antonio Manganelli, che parla di “ particolari profili di ordine e sicurezza pubblica che caratterizzano l’attuale momento politico e socio-economico” .

Era ormai da tempo che tali considerazioni venivano tralasciate in previsione dell’apertura dei seggi, e l’attenzione richiesta alle forze di vigilanza è  indicatore della tensione che negli ultimi giorni si respira. La richiesta di Manganelli è precisa : ” sistemi di vigilanza puntualmente pianificati ed attuati con il massimo impegno e rigore, i servizi di vigilanza fissi ai plessi elettorali nonché i servizi operativi strettamente connessi, tra cui, in specie, i servizi di scorta al materiale elettorale da considerare, in via del tutto eccezionale”; l’attenzione a possibilità di brogli, infatti, è la principale preoccupazione e il materiale elettorale, il più soggetto a tale scopo.
Priorità dei responsabili alla sicurezza, dice il capo della polizia, è di garantire ai cittadini l’inequivocabile diritto di voto,  in piena regola con le norme civili;

L’appello, però, viene definito analogo ad una qualsiasi avvertenza che, di consueto, viene fatta in vista di giornate elettorali, anche se la situazione tesa che caratterizza queste settimane antecedenti al voto è chiaramente sotto gli occhi di tutti.

Samy Dawud