Home Spettacolo

Laura Bono ci spiega come è nata la canzone per il nuovo spot “Telecom”

CONDIVIDI

Laura Bonometti, in arte Bono. Classe 1979 e carica rock incredibile. Voce particolare, graffiante, riconoscibile. Nel 2005 partecipa al Festival Di Sanremo, vincendo nella categoria giovani con “Non credo nei miracoli”, pezzo carico di emozioni, d’impatto, forte, deciso, che arriva insomma dritto al cuore.

Pubblica il suo primo album nello stesso anno, dal titolo omonimo “Laura Bono”, l’album esce anche in Finlandia. Nel 2006 interpreta uno dei brani dei titoli di coda per “Bambi 2” attesissimo film di Walt Disney, e nello stesso anno partecipa a “Music Farm”, arrivando in finale. Intanto il suo primo album viene ristampato, con tre inediti e due versioni in spagnolo.

Nel 2007 esce il suo nuovo singolo “Splendido incubo”, e nel 2008 esce solo per il mercato finlandese il suo secondo album “S’intitola così”. A febbraio di quest’anno la compagnia Telecom sceglie una sua canzone per la sua nuova campagna pubblicitaria, dal titolo “Tra noi l’immensità” che uscirà ufficialmente domani in tutte le radio.

Il 30 aprile uscirà inoltre il suo terzo album.

Noi di “NewNotizie” l’abbiamo raggiunta telefonicamente per un’intervista.

Ci puoi raccontare come è nato il brano “Tra noi l’immensità” e la collaborazione con Telecom?

“Tra noi l’immensità è un brano che è nato nel nostro studio di registrazione mentre io e Mario Natale ci siamo trovati ad improvvisare un motivo insieme ad un amico, Catilina Shermann. Ci siamo fermati dopo il primo ritornello e ci siamo guardati negli occhi… “Alt! Qui bisogna subito registrarla” ci siamo detti.  E tutta d’un fiato è  arrivata la melodia con le parole quasi spontaneamente. La Telecom è arrivata poco tempo dopo dietro spinta dello stesso Catilina insieme con Flavio Ibba, mio amico musicista che ormai da tempo ha contatti stretti con il mondo della pubblicità”.

Il tuo animo rock ti ha sempre contraddistinto, nel nuovo album troveremo la stessa carica oppure ci saranno dei pezzi più melodici?

“Il rock non prescinde dalla melodia secondo me. Io la melodia ce l’ho nel dna… il rock nell’anima… e sul braccio” (riferito al tatuaggio con la scritta “i rock” che ha sul braccio ndA)

In previsione dell’uscita del nuovo album è previsto un nuovo tour solo in Italia o anche all’estero dove sei per altro molto amata?

“Per il momento ho il desiderio di concentrarmi sull’Italia… mi è mancata tanto”.

Hai seguito l’ultimo Festival di Sanremo? Chi ti è piaciuto?

“Ho cercato di seguirlo il più possibile. Le sere che sono rimasta bloccata in studio ho tenuto comunque la televisione accesa sul Festival mentre si registrava. La mia preferita è stata Malika Ayane. Bella anche la “cazzutaggine” di Moro”.

I tuoi fan ti sono davvero vicini in ogni occasione, un aggettivo per descriverli?

“I miei fans… a me piace chiamarli “pezzi di cuore”, loro lo sanno. Penso che con questo ho risposto pienamente alla tua domanda. Io e loro insomma… WE ROCK!”

Ringraziando di cuore Laura Bono, vi rimandiamo al suo sito ufficiale laurabono.com per maggiori informazioni.

Valentina Gambino