Pakistan, bimbo inglese rapito: dubbi sul rilascio, tante incognite

Sahil Saeed, 5 anni, rapito in Pakistan lo scorso 4 marzo

Notizie contrastanti stanno affollando i notiziari sulle sorti del bambino inglese rapito la scorsa settimana in Pakistan. L’agenzia italiana AdnKronos, riportando la fonte di stampa cinese “Xinhua”, scriveva alle ore 10.51 che il piccolo Sahil era stato liberato e due persone erano state arrestate per il sequestro. Il rapito era custodito in un’abitazione di Sialkot, città del Punjab, situata nella parte orientale del Pakistan, insieme a due dei suoi quattro rapitori, tra i quali vi era una donna.

La notizia è stata successivamente smentita dallo stesso organo di stampa italiano alle ore 15.02. Infatti, dopo che Rana Sanaullah, un Ministro del governo del Punjab, ne aveva confermato il ritrovamento, un rappresentante diplomatico del Pakistan a Londra, Wajid Hasan, ha affermato alla Bbc che il bambino “non è stato trovato, ma sta per esserlo”. Quindi nessuna certezza.

Sahil Saeed, 5 anni, inglese di nascita, era stato rapito il 4 marzo scorso e i suoi sequestratori avevano chiesto un riscatto di 100mila sterline.

La polizia di Jehlum, luogo dove secondo alcune indiscrezioni era stato ritrovato il piccolo, ha fatto sapere di non poter confermare le notizie lanciate dai media locali. “Quando Sahil sarà liberato – ha rivelato Khalid Mehmood, commissario di polizia – daremo noi la notizia”.

La famiglia del piccolo è sconcertata dal rilascio e dalla pubblicazione delle false indiscrezioni e prova a interrogarsi sui motivi dell’esistenza di queste notizie destabilizzanti. Ci chiediamo perché il ministro della Giustizia del Punjab abbia fatto queste dichiarazioni. Non siamo a conoscenza delle sorti di Sahil, né lo è sua madre. – ha asserito Raja Basharat, zio del bambino rapito – Ieri i servizi di sicurezza hanno portato via Naqaash [il padre del bambino, ndr] e quindi non sappiamo nulla neanche di lui”.

Tante, troppe incognite in questa storia e un mistero che sa di giallo. Restiamo in attesa di sviluppi futuri, seguiranno aggiornamenti non appena saranno disponibili nuove informazioni.

Emanuele Ballacci