Maratona di Roma: parla l’assessore allo sport Alessandro Cochi

In occasione della maratona di Roma, prevista per il prossimo  21 marzo 2010, l’assessore alle politiche sportive del comune di Roma , Alessandro Cochi, intervenuto questa mattina sulle frequenze di Radio Power Station all’interno del programma RomaCaffè, ha commentato il prossimo evento podistico della capitale e non solo. Molti i temi toccati, infatti, dall’assessore come  l’altra iniziativa podistico – benefica “Corri per Haiti” prevista per domenica prossima con incasso interamente devoluto in beneficenza per le vittime del terremoto  che ha distrutto l’isola caraibica, la candidatura olimpica per il 2020 della Città Eterna, l’ampliamento dello stadio Flaminio e  gli stadi di proprietà per le due società capitoline. Partendo dall’ imminente avvenimento podistico l’assessore ha detto: “ Roma si sta preparando nel migliore dei modi per accogliere gli oltre 15.000 atleti previsti per la maratona. Maratona che, sarà interamente dedicata ad Abebe Bikila, storico campione olimpico della maratona di Roma nell’ultima, e unica Olimpiade ospitata da una città italiana ormai nel lontano 1960. Vorrei ricordare, inoltre, anche l’altra manifestazione prevista invece per questa domenica e dedicata alle vittime del terremoto che ha colpito Haiti. “Corri per Hati. Invitando tutti gli atleti a presentarsi numerosi come solo Roma sa fare”. E proprio sulle olimpiadi arriva il secondo commento da parte del politico:” i documenti ufficiale sono stati presentati la scorsa settimana e nel migliore dei modi  al Coni che ha dato il suo bene stare su quanto presentato dalla nostra delegazione. Ora la palla passa a loro. La risposta sulla scelta tra Roma e Venezia è prevista a Maggio. Incrociamo le dita” Con una nota scaramantica, sempre sulle aspettative olimpiche, conclude: “  do vincente Venezia al 90% contro il 10% della nostra amata capitale. Ma naturalmente stiamo scherzando”. Interessante, anche, l’intervento sull’ampliamento dello stadio Flaminio: “per accogliere i tanti tifosi del Rugby in occasione del torneo più importante a livello continentale: il sei nazioni. Roma deve essere all’avanguardia. L’ampliamento  previsto porterà lo stadio dagli attuali 24000 posti ad oltre  40000. Per uno spettacolo degno di Roma”. L’ ultima battuta, ricollegandosi sempre agli stadi, l’assessore Cochi, l’ha  rilasciata infine sull’argomento scottante riguardante gli stadi di proprietà per Roma e Lazio:” nessuna delle due società è in vantaggio sull’altra. Certo è, però, che due società importanti come Roma e Lazio debbano avere in cantiere dei progetti  importanti per poter riavvicinare le persone allo stadio migliorando gli impianti e mettendosi in linea con tutti gli altri standard delle maggiori società europee. Va detto però che la questione è ancora allo stato embrionale” .

Paolo Piccinini