Grande Fratello 10, Mauro Marin: “Il mio cuore batte ancora per Sandra”

Mauro Marin, vincitore indiscusso della decima e travagliata edizione del reality di Canale 5, Grande Fratello, continua a far parlare di sé. Ovviamente, ora è il suo momento, ed una volta terminato il suo fortunatissimo periodo di “reclusione”, tocca proprio a lui raccontarsi sulle pagine delle principali riviste, che fino a questo momento hanno accolto le dichiarazioni dei suoi ex compagni di avventura. Il Marin, giocatore e stratega senza paragoni, si concede, così, ad una lunga intervista in esclusiva per Visto, dichiarandosi estremamente felice per il suo trionfo al reality, ma ancor di più per la vincita dei 250 mila euro messi in palio, con i quali, come già dichiarato all’interno della casa di Cinecittà, riuscirà a pagare il mutuo dello stabilimento del salumificio di famiglia.

Mauro ha sempre dimostrato di essere dotato di sani principi, ben lontani dalla voglia di sfondare nello showbiz, nonostante in passato, qualche tentativo il ragazzo trevigiano ammette di averlo fatto: “Qualche anno fa mi sono presentato in un’agenzia per un casting, ma mi dissero che dovevo pagare mille euro per un book fotografico, me ne andai. L’anno successivo mi chiamarono e mi proposero la stessa cosa per 300 euro. Pagai, feci le foto ma non accadde niente”, racconta.

Oggi però, qualcosa di grande è successo, e lo dimostra la sua vittoria da record al Grande Fratello, registrando un plebiscito di voti, come mai accaduto prima nella storia del reality.

Senza peli sulla lingua, il trevigiano confessa: “Sono entrato per vincere e varcando la porta rossa con una settimana di ritardo rispetto agli altri, l’unico modo per destabilizzare il gruppo era essere controcorrente. Mi sono giocato tutto. Ed è andata bene”. Mauro, specifica poi di non aver mai ricevuto alcuna indicazione da parte degli autori del programma, che prima di entrare gli hanno solo detto “Vai e divertiti”. “Il resto l’ho fatto tutto io”, racconta. Solo ora che è uscito, il Marin si appresta a verificare quali saranno realmente le vere amicizie, con riferimento ai suoi ex compagni di avventura: “Ho sempre detto fin dal primo giorno, che gli amici veri stanno fuori dalle mura di Cinecittà”. Il ricordo peggiore di Mauro all’interno della Casa? “Il calcio che mi ha dato Carmela per difendere George”. Insomma, le persone con le quali ha instaurato un bel feeling, sono uscite troppo presto dal gioco, e tra queste, ricordiamo: Gabriele Belli, Tullio Tomasino e Gianluca Bedin.

Ma cosa pensa, invece, Mauro del “sogno” (il rapporto speciale nato tra Sarah Nile e Veronica Ciardi, ndA)? “Sogno? Non ne so niente ma mi sembra un po’ troppo”, ammette. E circa le critiche piovutegli addosso, che lo accusavano di omofobia, il trionfatore del Grande Fratello, dichiara di avere in merito al tema “omosessualità”, una mentalità molto aperta, ma sulla storia tra Sarah e Veronica, Mauro non riesce a vederci granchè di vero. Ovviamente, un po’ di gelosia nei confronti di Sarah, che lo ha “sedotto e abbandonato”, Mauro non l’ha mai nascosta, ma in merito alla sua donna ideale, lui afferma: La mia donna ideale resta Sandra. Con lei ho avuto la storia più importante della mia vita. Siamo stati insieme a distanza per cinque anni (lei è una hostess di volo austriaca, ndA), e, pensa, già nel 2000, una notte, sotto le stelle, le ho promesso che 10 anni dopo l’avrei sposata”. Insomma, il chiodo fisso di Mauro, resta sempre Sandra, con la quale avrebbe voluto vivere per sempre, e nonostante la loro storia sia finita nel 2003, Mauro non sembra averla per niente dimenticata. Il ragazzo poi confessa che avrebbe voglia di risentirla, anche per comunicarle la sua vittoria, nonostante gli amici cerchino di dissuaderlo dal farlo, ma poi ammette: “Penso che lo farò nei prossimi giorni senza dirlo a nessuno. D’altronde, anche se dopo di lei ho avuto altre ragazze, il mio cuore batte ancora per Sandra. Intanto non perde la speranza di andarla a trovare in Austria, e, chissà, rinnovare la promessa di matrimonio lasciata in sospeso anni fa.

Emanuela Longo