Morgan: ritiro per alcuni mesi dal palco per operarsi alle corde vocali

Negli ultimi mesi è diventato uno dei protagonisti indiscussi di articoli e servizi giornalistici delle pagine dedicate allo “spettacolo”. Parliamo di Marco Castoldi, in arte Morgan, rimbalzato, nel giro di poco tempo, agli onori della cronaca prima per la notizia della sua partecipazione al festival di Sanremo e poi per quella della sua esclusione a causa delle note dichiarazioni al mensile Max in merito all’utilizzo della droga come antidepressivo a cui ha fatto poi seguito un (ritardato) dietro-front che avuto il suo momento di massima consacrazione nel salotto di Bruno Vespa.

Neanche con la fine del festival di Sanremo i rifllettori puntati su Morgan si sono abbassati. Perchè se è vero che la vicenda droga (fianlmente) è sembrata perdere di interesse, è altrettanto vero che un nuovo fronte di polemiche si era già aperto. Castoldi, pochi giorni dopo il verdetto finale del festival, contestò infatti al suo ex pupillo nonchè terzo classificato a Sanremo 2010, Marco Mengoni, il plagio di pezzi del brano Credimi Ancora salvo poi nei giorni scorsi, ammorbidire i toni della polemica e scaricare le responsabilità ai discografici.

Insomma un Morgan comunque protagonista e capace di far parlare di sè. Ora però la sua centralità nell’informazione di quest’ultimo periodo, rischia di essere messa in discussione. Almeno per quanto riguarda quello che è il campo di interesse primario dell’artista: la musica. Morgan infatti si deve operare alle corde vocali, ragion per cui tutti i concerti saranno annullati.
E’ lo stesso ex giudice del programma di Rai 2, X Factor, ad affermarlo in una nota:“Vorrei con queste poche righe farvi partecipi del mio stato di salute che non mi ha permesso di rendere al meglio le mie ultime prestazioni vocali nei concerti o nelle esecuzioni in televisione. Si trattava d’impegni che nonostante tutto ho voluto rispettare e portare a termine in modo combattivo e un po’ incosciente”.

La causa è un problema alle corde vocali per il quale è indispensabile un intervento chirurgico cui seguirà un periodo di riabilitazione e riposo vocale della durata di qualche mese. Saranno perciò, purtroppo, annullati i concerti dell’attuale tournèe teatrale finora in calendario, fatta eccezione per le tre date siciliane imminenti che, nonostante le pressioni dei medici, non ho voluto cancellare per rispetto di tutti coloro i quali hanno già acquistato il biglietto chiedendo a loro di essere comprensivi se sarò costretto a cantare il meno possibile e se il repertorio sarà soffuso e intimo, sussurrato”.

E.l.