F1, Gp Bahrain si parte con un nuovo regolamento

Si inizia a fare sul serio. Ieri i primi tre turni di prove libere e oggi la Pole Position. Domenica si parte per un nuovo mondiale ricco di cambiamenti. Sono cambiati i piloti, si sono aggiunti nuovi teams e scomparsi altri ma soprattutto sono cambiate le regole. E le modifiche sono davvero tante.

Nel dettaglio:

 CI SARA’ UN NUOVO SISTEMA DI PUNTEGGIO
Salgono a dieci i piloti a punti, con la seguente attribuzine: 25 punti al primo, 18 al secondo, 15 al terzo e poi 12, 10, 8, 6, 4, 2 e 1. Ricordiamo ch l’anno scorso il punteggio massimo era di 10 punti per il primo a salire sul podio.

ABOLITI I RIFORNIMENTI
 Strano ma vero:  le monoposto partiranno con il quantitativo di benzina per tutta la gara. Vietate quindi le soste ai box per rifornire. Non vedremo più quindi i meccanici all prese con bocchettoni per la benzina, monoposto in fiamme e tattiche varie sul carburante per vincere la gara.

QUALIFICHE
Con 24 piloti al via, saranno eliminati 7 piloti nella prima fase (Q1) e altrettanti nella seconda (Q2). Lo scorso anno erano cinque. Dieci piloti poi si contenderanno la pole position con vetture con a bordo un quantitativo di benzina minimo. Le prestazioni quindi in questo caso avranno tempi molto più veloci perchè i piloti avranno giusto il carburante necessario per i loro giri di qualificazione.

PNEUMATICI
Come lo scorso anno, ogni pilota/monoposto dovrà montare in gara i due tipi di mescola che la Bridgestone porterà ai Gp. Per i piloti che si qualificheranno nelle prime dieci posizioni ci sarà l’obbligo di partire con gli stessi pneumatici utilizzati nell’ultima sessione di qualifica.
Nell’intero week end di gare, inoltre, si potranno utilizzare solo 11 treni di gomme contro i 14 dell’anno scorso.

GOMME ANTERIORI PIU’ STRETTE
Le gomme anteriori saranno più strette rispetto allo scorso anno: si passa da 270 a 245 millimetri.

ADDIO AL KERS
Rispetto alla scorsa stagione tutti i team hanno deciso di accantonare il kers che l’anno scorso aveva creato parecchie polemiche.

Vedremo quindi se queste nuove regole serviranno a rendere il mondiale più divertente e vivace. E soprattutto speriamo che quest’anno la Ferrari abbia qualcosa da dire.

Filomena Procopio