Forlì, la storia dell’Alfa Romeo alla VII edizione di ‘Old Time Show’

Era presente anche il ministro dei trasporti, Altero Matteoli, all’inaugurazione della settima edizione di ‘Old Time Show’, la mostra nazionale di auto e moto d’epoca, in corso presso la Fiera di Forlì oggi e domani. Tra i numerosi padiglioni della fiera, situata in Via Punta di Ferro e aperta dalle ore 8.30 fino alle 18.00, è possibile ammirare i più svariati modelli dell’Alfa Romeo, alcuni di proprietà privata e gentilmente concessi dai rispettivi proprietari collezionisti, altri, invece, provenienti dal Registro Italiano Alfa Romeo e dal Museo Storico. Tre le mostre dedicate ai veicoli di un tempo: Alfa Romeo, un secolo di storia; Le moto da record; 50 anni di Italjet.

Trattasi, dunque, di un vero e proprio paradiso a quattro ruote per gli “Alfisti”, ai quali è concessa la possibilità di osservare la mitica Alfa 159 di Fangio, o l’Alfa 33 che nel 1975 conquistò il campionato mondiale Marche con al volante Arturo Merzario, entrambe tra le più attese dagli appassionati. Un altro pezzo forte della fiera è rappresentato sicuramente dalla Darracq del 1904, l’origine dell’Alfa Romeo. La Darracq, infatti, casa automobilistica francese, nacque nel 1896 e nel 1909 vendette il suo stabilimento italiano, situato al Portello, vicino a Milano, a degli imprenditori lombardi che proseguirono la fabbricazione di automobili col nome A.L.F.A (Anonima Lombarda Fabbrica Automobili), in seguito diventata Alfa Romeo.

All’interno dei padiglioni della fiera di Forlì non vengono esposte soltanto auto, ma anche alcune realizzazioni aeronautiche col marchio Alfa Romeo. E’ il caso dell’elica datata 1938, o della turbina del 1947-48, installate negli aerei da combattimento della Seconda Guerra Mondiale e oggi conservate nell’Istituto Aeronautico. Di grande interesse risulta anche un entrobordo da corsa del 1968, Racer 2.500 R4, con un motore 2.500 cc a 6 cilindri con distribuzione bi-albero. Il veicolo nautico, all’epoca in grado di raggiungere una velocità di punta pari a 200 chilometri orari, è di Gianpio Ottone, campione italiano cross e motonautica, presente, peraltro, all’evento ‘Old Time Show’.

Il programma della manifestazione

Mauro Sedda