Isola dei famosi 7: Aldo Busi contro tutti, attacca anche Renato Zero

Forse i produttori dellIsola dei Famosi 7 cercavano proprio questo: litigi. E’ ormai noto quanto siano i battibecchi televisivi a fare gola sui telespettatori, ragion per cui Simona Ventura di certo se la ride un po’ e si gusta Aldo Busi in versione naufrago “litighino”. Fino ad ora è infatti proprio Busi ad essere quello che più di tutti ha alimentato dibattiti e discussioni fra i naufraghi famosi e non dell’isola. Probabilmente si tratta di astinenza da libri oppure ha ragione Sandra Milo, la quale ha commentato: “Sarà l’isola che fa questo effetto”.

In qualsiasi caso Aldo Busi si è da subito distinto fra i suoi compagni di gioco, esibendosi più volte in litigi e controversie dove non sono mancante parolacce, battute sarcastiche, provocazioni ed ostentazioni di superiorità culturale che ad alcuni proprio non sono andate giù. Gli ultimi aggiornamenti del bollettino dei litigi risalgono a ieri, quindicesimo giorno sull’isola; nel trafiletto delle 18:50 su RaiDue è andata in onda infatti una scenata fra lo scrittore e Roberto Fiacchini, il figlio adottivo di Renato Zero arrivato sull’isola vicina in rappresentanza dei “figli di papà”. Roberto, reo di indossare una maglietta con sopra l’immagine del re dei sorcini, è incappato nelle proteste di Busi, che ha detto: “La maglietta te la devi togliere, Renato Zero ha fatto fare molti passi indietro nella battaglia per i diritti degli omosessuali“. Davanti ai rifiuti decisi di Fiacchini, Busi ha quindi insistito: “O me o quella maglietta, nella vita non si può essere simpatici a tutti…”.

In difesa del figlio di Renato Zero è poi intervenuto l’ex-tronista di Uomini e Donne Federico Mastrostefano, che si è rivolto ad Aldo Busi dicendo: “Nun c’hai rispetto per nessuno“. Da qui il litigio è proseguito, con Busi che invitava Federico a stare zitto dato che non capiva il concetto di “personaggio pubblico” e Federico che cercava di far capire quanto, nonostante tutto, Renato Zero sia per Roberto Fiacchini comunque un padre. E’ seguita poi la riflessione solitaria di Aldo Busi, che ha detto: “Non mi va di vedere un simbolo ostentato, mercificato… Sono venuto sull’isola per vanità, per sfida contro me stesso…”. Veri dibattiti di natura ideologica, dunque, oppure semplice stanchezza, anche se probabilmente in questi casi è soprattutto la voglia di discutere ad alimentare screzi e polemiche di questo tipo. Particolare è il parere di Sandra Milo, che parlando con Denis Dallan in merito ad Aldo Busi, ha detto: “È geloso delle persone che hanno avuto successo, pensa che a me ha parlato malissimo di Pasolini…”.

Andrea Camillo