Mark Owen: marito alcolista ed infedele

Troppo spesso il successo dà alla testa, catapulta persone fragili in un mondo pieno di duri, di squali, e allora qual è la maniera migliore per difendersi? Entrare nella parte del “poeta maledetto”, dell’alcolizzato cronico o del fedigrafo costante ed incallito.

Questa volta a cascare nella trappola del successo è stato Mark Owen, famoso per essere il piccolo e dolce cantante dei Take That, il quale per risolvere i suoi problemi non sceglie le innocue mura domestiche bensì la prima pagina del “The Sun”. In una lunga intervista, l’ex Take That, confessa tutti i suoi tradimenti nei conforonti della moglie, Emma Ferguson, ed i seri problemi che ha avuto con alcol e droga.

Emma e Mark, che sono convolati a nozze nel novembre del 2009 con un evento di grandissimo impatto mediatico e non solo, hanno due figli nati rispettivamente nel 2006 (Elwood) e 2008 (Willow Rose). I tradimenti risalirebbero a prima del fatidico “si” e coinvolgerebbero una decina di ragazze occasionali più un’amante quasi stabile, Neva Hanley, con la quale Owen si sarebbe frequentato dal 2004 per ben quattro anni.

Nel ritratto delle sue colpe, il cantante, cerca di dare un’immagine di se stesso che rassomigli il più possibile a quella dell’uomo schiavo dell’alcol ed impotente di fronte a ciò che accadeva. Il racconto è abbastanza dettagliato, la maggior parte delle volte Mark incontrava le sue amanti in hotel di lusso e intratteneva dei rapporti con loro non prima di aver fumato marijuana e di aver ingerito massicce quantità di alcol. “Ho vissuto per anni con il senso di colpa, sono stato un idiota.Tutta colpa mia e dei miei errori. Nessun altro è responsabile. Prego i media di aver rispetto della privacy di mia moglie e dei miei bambini in questo periodo difficile – è quanto ha dichiarato Owen che ha poi aggiunto – dal giorno del matrimonio non ho più tradito mia moglie e non ho intenzione di farlo. Le nozze sono state per me come un nuovo inizio“.

Mark Owen, che a quanto pare deve la sua “redenzione” all’aiuto dell’amico ed ex compagno di band, Robbie Williams, non dovrà fare altro che aspettare. Si, aspettare che la moglie digerisca un tradimento che è sulla bocca di tutti ed una confessione avvenuta tramite un giornalista anzichè di persona con un mazzo di rose ed una lunga coda fra le gambe.

di Roberto D’Amico