Robert Pattinson trae ispirazione dalla gesta dell’immortale James Dean

Oramai siamo entrati in un circolo vizioso. E’ impossibile non parlarne.
Le notizie si susseguono velocemente, ogni giorno dal bel continente ne arrivano di fresche e succulente. Per l’ennesima volta trattasi del meraviglioso e seducente Robert Pattinson che continua a parlarci di sé.

L’Edward Cullen di Twilight è uno degli attori emergenti più richiesti e apprezzati di Hollywood, è diventato anche uno degli uomini più desiderati. Questo lo deve sia al suo fascino un po’ ribelle sia ad un viso da bravo ragazzo, oltre che, occorre dargliene merito, a indiscutibili qualità artistiche.
In una recente intervista, il divo avrebbe dichiarato quanto nella sua vita tragga ispirazione dall’autore della celebre frase: “Sogna come se tu dovessi vivere per sempre, vivi come se tu dovessi morire oggi”, James Dean.
La vita del giovane attore, morto a soli ventiquattro anni, la cui fama è nota a tutto il mondo, si riassume perfettamente nel titolo del suo film più celebre: Gioventù Bruciata, in inglese Rebel Without a Cause, letteralmente “ribelle senza una causa“.
Dean, che viene ricordato come un seguace della filosofia del carpe diem, spesso viene sottovalutato e non considerato un buon interprete tuttavia fu il primo attore ad ottenere una nomination postuma al Premio Oscar.
La sua prematura morte, fu causata nel 1955 da un incidente stradale: la sua macchina, una Porsche 550 Spyder, chiamata “Little Bastard” (Piccolo Bastardo) andò a collider con un’alta vettura.

Nell’intervista il misterioso, cupo ma tenero Edward, della saga di Twilight,di cui ne è attesa l’uscita del terzo episodio, Eclipse, nel prossimo giugno, ma anche il ribelle Tyler, di Remember Me, rivela: «Penso che James Dean sia una delle persone più influenti degli ultimi 50 anni, per i giovani ragazzi e specialmente per gli attori. Non mi vergogno affatto di dire che sono molto influenzato da lui».

Bello e dannato?

E.l.