Gran Bretagna: una regista porno si candida al parlamento

Il partito liberaldemocratico ha compiuto, nel compilare le liste dei candidati alle poltrone parlamentari, una scelta abbastanza particolare. Tra i vari nomi compare Anna Arrowsmith, 38 anni, diventata famosa per essere la prima donna britannica a diventare regista di film porno. La notizia ha destato una grande sorpresa nel mondo politico del Regno Unito, abituato solitamente a candidati dotati di austerità, charme e integrità morale.

I giornali inglesi hanno subito fatto un parallelismo con un caso tutto italiano: la famosa candidatura di Ilona Staller (in arte cicciolina) a deputata del parlamento italiano. la pornostar si candidò negli anni ’80 con il movimento radicale destando grande scalpore riuscendo alla fine ad essere eletta.

La Arrowsmith ha dichiarato di essersi candidata perché vuole fare pulizia nel mondo della politica, dopo lo scandalo dei rimborsi spese gonfiati dai parlamentari di Sua Maestà. Ma soprattutto promette di difendere i diritti delle donne, puntando tutto su un’ulteriore emancipazione dei costumi.Le donne, infatti, non vengono abbastanza tutelate secondo la candidata della regione del Kent. Inoltre non godrebbero della libertà di poter fare nella vita ciò che più le aggrada rimanendo succubi di una morale ormai superata.

Le possibilità di essere eletta rimangono comunque decisamente scarse. Il partito dei liberaldemocratici non ha mai avuto grande sex appeal nella zona del Kent e la candidatura ad effetto della regista porno sembra volta anche a sfatare una tradizione negativa.Il leader del partito, Nick Clegg, dopo aver scherzato sulla professione della Arrowsmith, ha difeso la scelta affermando che “serve gente come lei per difendere i diritti delle comunità locali”.

La donna è considerata una vera e propria maestra nella regia dei film porno. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti e tantissimi premi per la sua originalità e creatività. Non a caso la pubblicità del suo sito dice testualmente: “per chi è stanco del solito noioso porno”. Basterà la sua estrosità a cambiare la politica?

Alessandro Frau