Serie A: Il Milan batte il Chievo 1 a 0 all’ultimo respiro

MILANO-

Milan(4-3-3): Abbiati; Abate(44′ Oddo) Thiago Silva Favalli Zambrotta; Gattuso(57′ Inzaghi) Pirlo(78′ Seedorf) Ambrosini; Beckham Borriello Ronaldinho. A disposizione: Dida, Kaladze, Jankulovski, Flamini. Allenatore: Leonardo

Chievo(4-3-1-2): Sorrentino; Sardo Mandelli(79′ Morero) Yepes Mantovani; Luciano Rigoni Marcolini(79′ Bentivoglio); Pinzi; Pellissier De Paula(72′ Ariatti). A disposizione: Squizzi, Jokic, Bogdani, Granoche. Allenatore: Di Carlo.

Arbitro: Morganti

Marcatori: 90’+1′ Seedorf

Ammoniti: Mantovani, Rigoni, Mandelli, Luciano, Pinzi(chi); Zambrotta(mil)

1 tempo- Il Milan, conscio del passo falso dell’Inter a Catania, prova l’aggancio nella partita contro il Chievo riproponendo Beckham sulla destra al posto del deludente Huntelaar. Al 4′ ci prova Ronaldinho, che, lanciato da Pirlo, spara a lato di poco dal limite dell’area. La partita sembra promettere bene, ma per 20 minuti si assiste ad una fase di stallo, con i clivensi ben messi in campo e che prendono le misure alla squadra rossonera. L’occasione più nitida per i padroni di casa arriva al 24′ con Borriello che, su assist di Ronaldinho, gira di testa verso la porta ma Sorrentino blocca in due tempi. Gli uomini di Leonardo ci provano con tiri sterili dalla distanza prima con Beckham e poi ancora con lo stesso n.80 brasiliano, ma i tentativi non impensieriscono gli ospiti che si affacciano in avanti con De Paula che, al 39′, devia debolmente di sinistro il cross mancino di Marcolini. Due minuti più tardi ancora gialloblu in avanti con Mantovani che coglie una traversa con un colpo di testa su invito di Luciano. Nel finale di un primo tempo poco entusiasmante, si infortuna Abate che lascia il campo al rientrante Oddo.

2 tempo- La ripresa comincia come il primo tempo: Milan avanti ancora con Ronaldinho che al 51′, su cross di Beckham da calcio d’angolo, colpisce di testa e sfiora il palo alla destra di Sorrentino. Un minuto più tardi clamorosa occasione da gol per Pellissier che scatta sulla linea del fuori gioco ma davanti ad Abbiati, in uscita disperata, perde l’attimo e tira debolmente verso la porta dove si era piazzato Thiago Silva a difesa. Al 56′ palla gol clamorosa per Ronaldinho che dal limite dell’area prende il mirino e con un destro a giro coglie il palo interno con Sorrentino battuto. Due minuti dopo ancora il n.80 brasiliano si scatena e, prima ubriaca con un doppio passo Pinzi, poi serve Borriello che si gira di destro ma spara debolmente verso la porta. Il Chievo tenta di uscire dalla morsa rossonera e al 69′ ci prova con Luciano che, con un destro al volo su cross di Mantovani, mette i brividi ad Abbiati. Al 75′ ancora il n.10 clivense ci prova con un’incursione solitaria per vie centrali che lo porta al tiro dal limite dell’area che termina fuori di poco. I padroni di casa continuano a macinare gioco e all’80’ sempre Ronaldinho va vicino al gol con un destro a pelo d’erba su cross di Oddo che termina di poco a lato. Tre minuti dopo occasionissima per Beckham che sfrutta un lancio del solito fuoriclasse brasiliano e si presenta solo davanti a Sorrentino ma, sul più bello, sbaglia e spara addosso al portiere. I padroni di casa continuano ad attaccare e, nonostante l’infortunio di Beckham che lascia in dieci i rossoneri dopo aver finito tutti i cambi, al 91′ il risultato cambia: azione solitaria di Clarence Seedorf che, dopo aver superato due giocatori avversari, spara un bolide imparabile all’incrocio dei pali che fa letteralmente impazzire i tifosi. 1 a 0. Al 95′ ancora Ronaldinho su ribaltamento di fronte prova il raddoppio ma Sorrentino gli dice ancora di no. E’ l’ultima azione della partita e il Milan batte il Chievo per uno a zero.

Il campionato è aperto più che mai grazie a Clarence Seedorf che, con una perla, regala un successo meritato al Milan che si porta a -1 dai cugini interisti. Il Chievo ha dimostrato per tutta la partita un’ottima organizzazione difensiva e ha mantenuto il risultato sul pareggio grazie a Sorrentino, autore di un’ottima prestazione.

Antonio Pellegrino