Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Berlusconi: denunciato per violazione dei diritti umani

CONDIVIDI

L’Italia è stata ufficialmente denunciata presso la Corte Europea dei diritti dell’uomo per il non rispetto delle norme europee democratiche sul pluralismo dei media.
A presentare la documentazione è stata la “Open Society Justice Initiative”, una fondazione internazionale che “utilizza la legge per tutelare le persone di tutto il mondo”, che ha ritenuto antidemocratico e illegittimo il controllo dei mezzi di radiodiffusione televisiva da parte del premier Silvio Berlusconi.

“Questo caso – ha spiegato il direttore esecutivo della fondazione, James A. Goldston – evidenzia il fallimento dei governi italiani che si sono succeduti nel tempo ad affrontare il duplice problema del controllo dei media concentrato su una singola persona ed il conflitto di interessi nelle trasmissioni. La situazione italiana è inaccettabile per una democrazia e noi chiediamo alla Corte europea di sostenere i principi del pluralismo dei media. […] L’Italia ha la più alta concentrazione di controllo televisivo accentrato in un singolo individuo rispetto a tutto il resto dell’Europa. Questa mancanza di pluralità può soffocare il dibattito e limitare l’accesso del pubblico alle informazioni e alle prospettive critiche”.
Al centro della denuncia di Open Society anche il “caso Europa 7”, il canale televisivo di Francesco Di Stefano che dal 1999 avrebbe diritto a trasmettere sull’intero territorio nazionale ma che, ancora oggi, non è in grado di farlo.
Per anni, infatti, Rete 4 ha occupato “abusivamente”, grazie alle varie leggi “ad canalem” come la “Gasparri”, le frequenze assegnate, anche con sentenze della Consulta, a Europa7 mentre, dopo l’inizio del passaggio al digitale terrestre, il sottosegretario alle Comunicazioni Paolo Romani ha assegnato alla rete di Di Stefano una frequenza che non c’è.

Secondo “Open Society Justice Initiative”, inoltre, Berlusconi, grazie a Mediaset e alla Presidenza del Consiglio che gli permette di gestire il servizio pubblico, sarebbe in grado di controllare il 90% delle trasmissioni televisive su territorio italiano.
Intando, stando ai dati dell’ultima dichiarazione Irpef relativa al 2009, mentre milioni di italiani rimanevano senza lavoro Silvio Berlusconi è riuscito a guadagnare ben 8,5 milioni in più rispetto all’anno precedente, per un reddito complessivo annuale di oltre 23 milioni di euro.

Non è la prima volta, d’altronde, che l’Italia si trova a dover rispondere di una simile accusa durante una legislatura presieduta da Berlusconi; nel 2001, in seguito al G8 di Genova, fu Amnesty International a denunciare, in seguito alle azioni delle forze dell’ordine, “La più grave sospensione dei diritti democratici in un paese occidentale dopo la seconda guerra mondiale”.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Comments are closed.