Grande Fratello, la nostra avventura: tutti contro Mauro

Ieri sera, è andato in onda lo speciale del GF appena concluso: “Grande Fratello – La nostra avventura”, condotto dalla padrona di casa Alessia Marcuzzi. Ovviamente il programma, si presentava come un “tributo” ai ragazzi che hanno preso parte a questa ultima edizione del reality show, ma in sintesi, come sempre, è stato solo un scambio di opinioni e toni a tratti molto accesi. Mauro Marin, il vincitore di questa edizione, stava seduto fieramente su un “trono” rosso, separato dagli altri concorrenti disposti in cerchio.

Tutti contro Mauro? All’apparenza pareva proprio di sì. Il “profeta” è stato accusato ancora una volta di essere falso e calcolatore. Mauro in realtà, non ha mai nascosto di aver giocato, quindi, allo stato dei fatti appare tutto regolare e nella norma.

“I personaggi più forti erano Carmela, George, Massimo e Sarah” così esordisce Mauro, accusando subito Sarah di essersi avvicinata a lui solo per pura convenienza, dichiarando: “Ora ho capito perché quando sei entrata mi hai detto che ti piacevo da fuori”.

Subito dopo il primo scontro della serata, tra il “profeta” e il “principe”, George esordisce: “Tu sapevi di essere il preferito, eri sempre in testa alla classifica e per questo ti sei comportato come hai voluto” “Non ho mai avuto questa presunzione” la risposta del Marin. Scontro verbale forte, si è sfiorata la rissa per un pelo. Pericolo scampato.

La serata prosegue tra RVM celebrativi e non, e Mauro che afferma di non aver sopportato Massimo, esclamando: “Appena sono entrato si sentiva il padrone della casa”. Anche Alfonso Signorini, assente in trasmissione (al suo posto Anna Pettinelli), ci tiene comunque a dire la sua, e così, raggiunto telefonicamente afferma:  “Quando Mauro ha vinto, le facce di Sarah e Veronica erano bellissime” poi continua: “Vorrei ringraziare i ragazzi uno ad uno perché sono stati protagonisti di una meravigliosa edizione del Grande Fratello”. D’altronde, Veronica Ciardi e Sarah Nile sono sempre rimaste coerenti con il loro pensiero, portandolo avanti senza alcun tipo di ipocrisia, a differenza degli altri ex concorrenti che, una volta annunciato il Marin in studio dopo la vittoria l’hanno “festeggiato” tra abbracci e applausi.

Ovviamente, ritornando alle due ragazze si è parlato come sempre di Veronica e dei suoi “amori” in Casa, tra cui quello con Massimo Scattarella, ma la ragazza fa chiaramente capire che il pit bull non rientrava tra i suoi gusti, insomma, il ragazzo in sintesi non gli è mai piaciuto. Piccola parentesi “Nile-Ciardi” per la serie “la solita censura”.

Mauro inoltre, durante il corso della serata ha cercato di spiegare (girandoci intorno) la sua infelice espressione: “Donne da provetta”, che in sintesi significava che, due donne, non potendo procreare, per avere un figlio dovranno comunque ricorrere all’aiuto dell’uomo. Per tutta risposta “maschilista” e “omofobo” sono gli appellativi con i quali il trevigiano di “campagna” viene etichettato.

Ovviamente, durante la serata spazio per le altre coppie: George e Carmela, Mara e Alberto e del “triangolo” Maicol, Giorgio e Carmen. Si ripropone anche il famoso gioco dei baci e George, vince un week end romantico, da condividere ovviamente con la sua Carmela.

Nulla di nuovo insomma.

V.g.