Pierluigi Diaco: l’altra faccia dell’opinione sull’Isola

Finora ha avuto un posto pressocché di prim’ordine nello studio a Milano dell’Isola dei Famosi: con la battuta giusta al momento giusto, Pierluigi Diaco si è confermato come un opinionista accattivante e mordace quanto ci vuole per attrarre l’attenzione del grande pubblico. Che forse non lo conosce per quanto invece meriterebbe.

Pierluigi Diaco è infatti una giovanissima eminenza nel panorama del giornalismo italiano, particolarmente abile nell’ambito radiofonico-televisivo: ha iniziato nel 1995 a condurre il telegiornale dei ragazzi di TMC giovani, maturando la propria verve e le capacità personali in radio (suo è “Onorevole Dj” di RTL 102.5) e sulla carta stampata, collaborando con importanti testate quali Il Foglio, Liberal e Libero. Apparendo così sagace, mentalmente aperto (e difficilmente manipolabile) si è visto togliere il posto a RaiNews24 non molto tempo fa – vi consigliamo di approfondire se siete interessati – ed è riapparso come opinionista recentemente a “La Vita in Diretta” condotta da Sposini, e naturalmente all’Isola. Collabora anche con Radio Gioventù, un progetto promosso dal ministro Meloni, un ottimo spunto per far interessare i giovani alle tematiche di attualità che interessano il loro stesso quotidiano.
Il personaggio ha subito incuriosito il pubblico del reality, in primis per il suo appoggio sfrenato ad Aldo Busi – che ha ribadito anche sul suo blog personale: www.diacoblog.com – e poi, man mano che esplicitava nel suo inconfondibile stile le proprie opinioni, è riuscito nel paicere agli spettatori (forse non troppo abituati a una personalità come la sua) senza avvalersi dei mezzi di cui si servono abitualmente gli opinionisti per attrarre l’attenzione.

Abbiamo trovato in Pierluigi Diaco una mente inaspettatamente brillante: è riuscito a far crescere delle aspettative molto alte, che magari in un contesto diverso da quello dell’Isola speriamo di vedere emergere ancora e sempre più floridamente.
Meglio confessarlo, non lo conoscevamo: ma d’ora in poi avrò di certo la nostra stima e possibilmente il nostro supporto.
Finalmente, un modello giovane per i giovani.

Rossella Mazzanti