Champions League: l’Inter espugna lo Stamford Bridge per 1 a 0 e vola ai quarti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:40

LONDRA- Chelsea(4-3-3): Turnbull; Ivanovic Alex Terry Zhirkov(73′ Kalou); Ballack(62′ J.Cole) Lampard Mikel; Anelka Drogba Malouda. A disposizione: Taylor, Carvalho, J.Bruma, Belletti, Sturridhe. Allenatore: Ancelotti.

Inter(4-2-3-1): Julio Cesar; Maicon Lucio Samuel J.Zanetti; Cambiasso Thiago Motta(90’+2′ Materazzi); Eto’o Snejider(84′ Mariga) Pandev(74′ Stankovic); Milito. A disposizione: Toldo, Cordoba, Santon, Quaresma. Allenatore: Mourinho.

Arbitro: Stark

Marcatore: 78′ Eto’o(int)

Ammoniti: Malouda, Drogba, Alex, Terry(che); Eto’o, Thiago Motta, Lucio, Julio Cesar(int)

Espulso: 86′ Drogba

1 tempo- Mourinho mischia le carte e a differenza delle indicazioni della vigilia, manda Cordoba in panchina, sposta Zanetti sulla corsia di sinistra in difesa, e inserisce Pandev per una squadra più offensiva. Ancelotti, invece, schiera Alex al centro della difesa al posto del portoghese Carvalho. La prima occasione la fa registrare Ballack che all’1’1 manda di poco a lato il suo destro a pelo d’erba. La partita si rivela molto fisica come previsto, e a farne le spese è lo spettacolo che scarseggia per buona parte del primo tempo. L’Inter si fa vedere nell’area avversaria al 33′ con Eto’o che da ottima posizione, manda alto il suo colpo di testa ravvicinato. Nel finale di tempo la squadra di Ancelotti chiude nella propria metà campo i nerazzurri e ci provano nelle varie mischie che si vengono a creare in area di rigore prima con Malouda, poi con Anelka ma prima Samuel e poi Julio Cesar si oppongono. Finisce 0 a 0 un primo tempo tutt’altro che entusiasmante.

2 tempo- La ripresa inizia come era terminato il primo tempo, con i blues che vanno all’attacco e sfiorano il vantaggio al 51′ con Malouda che tira una sventola di sinistro ben respinta da Julio Cesar. Gli ospiti reagiscono e al 59′ Pandev, lanciato da un tacco illuminante di Snejider, vola verso la porta avversaria ma Zhirkov, con un ottima diagonale, stoppa il tentativo del macedone in angolo. Gli uomini di Mourinho premono sull’acceleratore e al 64′ è il principe Milito ad andare vicino al gol, ma il suo diagonale di sinistro termina a lato alla sinistra di Turnbull. Cinque minuti più tardi ancora ospiti in avanti con Thiago Motta, il cui tentativo di testa termina di poco alto sulla traversa. Al 78′ la svolta della partita: Snejider con un preciso filtrante lancia Eto’o che si presenta solo davanti a Turnbull e lo fulmina con un esterno destro sul suo palo. 0 a 1. Il Chelsea si butta a testa bassa in avanti, ma proprio in un’azione offensiva, Drogba all’86’ compie un fallo di reazione su Thiago Motta e viene espulso. L’Inter attacca ancora e al 92′ Turnbull compie una grande parata sul diagonale di Eto’o ed evita alla sua squadra un passivo peggiore.

L’Inter espugna Stamford Bridge e raggiunge i quarti di finale della Champions League. Mourinho compie l’impresa e batte il rivale Ancelotti in una partita dove i blues hanno deluso e i nerazzurri hanno giocato meglio creando varie palle gol. Una curiosità: superato anche il temutissimo arbitro Stark, con il quale il club di Moratti non aveva bei ricordi, per via della sconfitta di Manchester dello scorso anno e del clamoroso 5 a 1 subito in casa contro l’Arsenal dall’allora tecnico Zaccheroni.

Antonio Pellegrino

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!