Come gestire la fame premestruale.

 

Quando si avvicina il ciclo mestruale aumenta notevolmente la fame, inoltre si ha l’aumento di un ormone che dà ritenzione idrica, quindi, anche aumento di peso improvviso.
Molte donne a causa di questi sintomi come gonfiore, aumento di peso e fame difficile da gestire vivono un notevole disagio.
Tuttavia, non ci si deve allarmare poiché durante il periodo del ciclo mestruale il metabolismo è più alto ,arrivando a consumare anche 300 calorie in più al giorno.
La fame aumenta, comunque, aumenta anche il fabbisogno energetico mentre, il livello di zuccheri nel sangue cala e cala anche il livello di serotonina, scatenando una fame spesso incontrollabile.
Peraltro, l’ormone responsabile della ritenzione idrica e dell’aumento di peso, quando si hanno poi le mestruazioni, diminuisce bruscamente e quindi i liquidi accumulati tendono ad essere eliminati ed il peso scende tornando com’era prima del ciclo.
Il modo di mangiare in questo periodo dovrebbe prevedere un aumento di pasta, riso e cereali preferibilmente integrali.
Essi, permettono di evitare cali di zuccheri nel sangue, che ci inducono poi a mangiare in modo eccessivo troppi dolci, che, tra l’altro,  favoriscono la produzione di serotonina.
Un calo di questo importante neurotrasmettitore, infatti, causa non solo la fame ma anche depressione e cattivo umore.
Durante gli spuntini aggiungere oltre a frutta e yogurt delle mandorle contenenti magnesio una delle sostanze che alleviano tali sintomi, esso è presente anche nelle banane e negli ortaggi verdi.
Utilissima è anche la vitamina B6 che si trova in latte, pesce, patate, formaggi, spinaci, fagioli, carote.

 Inoltre, è opportuno consumare legumi; verdure come broccoli, cavoli cappuccio, rape e cime di rapa.
Tra le sostanze che aggravano i sintomi, abbiamo: la caffeina, l’alcool e il sale.
Il sale si nasconde in molti cibi come in dado da brodo, salumi, insaccati, salse, formaggi, carne e pesce affumicati, prodotti preparati in salamoia e anche tutti i prodotti da forno, come pane, pizza e biscotti.

Wanda Cherubini