“Er Cipolla” arriva da David Letterman

Uno scherzo televisivo che da Ostia arriva direttamente negli states senza passare per l’Oceano Atlantico. Si, perché il video con una finta rissa inscenata alle spalle del conduttore del tg Canale 10 di Ostia ha fatto il giro di tutte le televisioni ed è approdato addirittura al ‘Late Show’ del famoso anchorman americano David Letterman. Dietro a questa trovata c’è nientepopodimeno che Enzo Salvi, in arte “Er Cipola”, il comico romano celebre per le sue interpretazioni nei cinepanettoni.

“Stavamo girando ad Ostia la fiction ‘Squadra molto speciale’, che andrà in onda su Italia Uno ad aprile, per la regia di Gianluca Petrazzi – spiega Enzo Salvi – quando finalmente ho potuto realizzare un vecchio desiderio: far litigare due redattori che si vedono alle spalle del conduttore di un telegiornale. Eravamo nella redazione di Canale 10 di Ostia, giravamo la scena di un inseguimento all’interno di uno studio televisivo e nella pausa ho architettato il tutto: ho convinto gli stuntmen Mauro Caterini, Davide e Mirko Zamperla e Ginluca Petrassi a tenermi il gioco e far finta di essere giornalisti che improvvisamente iniziano a prendersi a botte. Il telegiornale era condotto dallo storico anchorman Antonello Piscolla, che usciva da un servizio che parlava della pace nel mondo, quando gli stunt hanno iniziato a menarsi. La scena è davvero divertente. L’hanno visto tutti quelli che seguono la nostra tivù locale ma poi ho registrato il Tg e ho messo la scena su Youtube, era verso Natale“.

Lentamente il video ha cominciato ad essere cliccato ed il passo che lo ha condotto in televisione è stato breve. Prima a ‘Strisca la notizia’, poi in vari programmi dalla Cina alla Russia fino ad approdare addirittura nella celebre trasmissione di David Letterman. “Non pensavo potesse arrivare fin nel tempio dei talk show – confessa ancora Enzo Salvi – ho sempre sperato di vedere una scena del genere quando guardavo quei telegiornali che dietro il conduttore fanno vedere anche la redazione con i giornalisti che lavorano ai computer o camminano portando dei fogli qua e là. Vederli che si prendono a schiaffi è una scena davvero esilarante e quando mi sono ritrovato in quello studio, quando ho visto che il conduttore del Tg aveva dietro di sé altre persone, mi si è accesa una lampadina, una perfida lampadina e così ho realizzato tutto”.

Andrea Camillo