Isola dei Famosi 7: Luca Ward dopo il brutto incidente sull’isola

L’attore e doppiatore romano, Luca Ward, se l’è vista veramente brutta. Naufrago di questa settima edizione del reality di RaiDue, condotto da Simona Ventura, L’Isola dei Famosi, Luca era stato visto sin dall’inizio, come possibile candidato alla vittoria finale. Peccato però, che la sua avventura in Nicaragua sia finita prima ancora che potesse ambientarsi sull’Isola. Ricordiamo, infatti, che nel corso della puntata d’esordio del reality, Luca, insieme ai suoi compagni di avventura, si era lanciati dall’elicottero su un fondale di mare molto basso (un lancio di circa 7-8 metri, in un punto dove l’acqua è alta solo 1 metro), e questo episodio aveva riscontrato varie critiche da parte degli altri naufraghi. All’attore, però, è andata meno bene degli altri, tanto da potersi ritenere quasi “miracolato” per i gravi danni fisici che ha registrato. Subito dopo il drastico lancio, Luca non era stato il solo a manifestare immediatamente forti dolori; anche il rugbista Denis Dallan aveva registrato dei danni fisici, e i due naufraghi erano stati trasportati in un ospedale vicino, dove sono stati sottoposti per due giorni, ad alcuni controlli, prima di fare ritorno sull’isola.

Per Luca, però, gli antidolorifici non sono bastati, da qui la richiesta di abbandonare il gioco. L’attore, la cui decisione è stata anche sostenuta dalla padrona di casa, ha fatto così ritorno a Roma, dalla moglie Giada Desideri, anche lei attrice, e dai due figli, sottoponendosi subito a tutta una serie di ulteriori accertamenti. La situazione di salute di Luca, è apparsa subito più critica del previsto: frattura di due vertebre e frattura dell’osso sacro. Insomma, lo stesso attore si è potuto così rendere conto del grave rischio a cui è andato incontro. Per il momento, a Ward è stato consigliato un lungo periodo di risposo, seguito da terapia riabilitativa.

Ora, l’attore spera solo di dimenticare questa brutta avventura, durante la quale, come ha raccontato ai radiografi che lo hanno visitato, aveva addirittura intenzione di “tuffarsi di testa”.

Emanuela Longo