Voleva una quarta, si ritrova con quattro seni: chiede risarcimento di 5 mln di dollari

Maria Alaimo, una donna statunitense di 42 anni, ha deciso di ricorrere alla giustizia dopo un intervento chirurgico non riuscito. Un fatto che ha provocato nella sua vita “dolore, imbarazzo, disabilità e umiliazione” rovinando completamente la sua esistenza quotidiana. Maria inoltre ritiene che, le conseguenze dell’errore, siano la causa principale del suo recente divorzio visto che i rapporti con il marito si sono deteriorati proprio a causa di questo caso di malasanità.

Ma di che intervento si tratta? Maria aveva un sogno fin da quando era adolescente: ricorrere alla chirurgia plastica per trasformare il suo piccolo seno in una quarta misura abbondante. Una volta superati i quarant’anni si era decisa per il grande passo rivolgendosi ad una clinica privata dello stato americano di New York.

L’intervento è stato un vero disastro. Numerose sono le cicatrici che sono rimaste sul petto della donna a testimoniarlo. Il petto ha finito per essere schiacciato in basso con “un rigonfiamento rigido grande come una pallina nella parte superiore”, hanno detto i suoi legali. “Maria è uscita dall’operazione essenzialmente con quattro seni” ha aggiunto l’avvocato Michael J. Kuharski,

La difesa del chirurgo che l’ha operata si basa su posizioni differenti. Egli sostiene che prima dell’operazione Maria Alaimo era stata ben informata dei rischi che potevano occorrere in casi delicati come il suo. Invece lei, ha detto l’avvocato del medico, Jerry Giardina, “si è preoccupata soltanto della parte glamour legata all’intervento”.

Una vicenda che getta ombre scure sui rischi derivanti dalle operazioni chirurgiche mirate al perfezionamento del proprio corpo. Nei prossimi mesi è previsto il processo che dovrà stabilire le reali colpe, decretando se il fatto sia identificabile come negligenza del chirurgo o semplice incidente inevitabile. La richiesta di risarcimento di Maria Alaimo è di ben 5 milioni di dollari volti a rimborsare la spesa dell’intervento (7.000 dollari) e i danni morali irreparabili.

Alessandro Frau