Poliziotto francese ucciso dall’Eta

Joseba Fernandez Aspurz

Un poliziotto francese è rimasto ucciso oggi in uno scontro a fuoco nel sud-est di Parigi. Quelli che all’apparenza erano comuni delinquenti, sembra siano stati identificati invece come appartenenti all’organizzazione terroristica Eta. A dichiararlo sono gli stessi media spagnoli che hanno citato fonti dell’antiterrorismo. Si tratta del primo agente di polizia di nazionalità francese ucciso dai terroristi baschi.

L’uomo, un brigadiere di 52 anni-allertato di un furto commesso in un concessionario di auto di seconda mano, nella regione di Dammarie-les-Lys-era intervenuto con alcuni colleghi per bloccare quelli che all’apparenza erano solo dei ladri di auto. Gli agenti avevano appena ammanettato uno dei delinquenti quando due vetture, con a bordo tre o quattro terroristi, si sono avvicinate aprendo il fuoco contro gli agenti di polizia. Nella sparatoria l’agente di polizia è rimasto ucciso.

I primi sospetti sull’identità dei terroristi è sorta perchè l’unico arrestato-che alcuni testimoni avevano udito parlare in basco- ha fornito difatti un nome basco, quella di Joseba Fernandez Aizpurua. Ed è stato poi identificato come una delle nuove leve del terrorismo spagnolo. Sembra inoltre che sul luogo del delitto, gli inquirenti abbiano rinvenuto un arma rubata dai terroristi dell’Eta. L’assassinato del poliziotto d’oltrealpe rappresenta un cambio nella strategia della banda terrorista, che fino a questo momento aveva evitato di colpire direttamente le autorità francesi.