Cancro: ricercatore italiano lo combatte facendolo invecchiare

Il ricercatore è italiano, ma l’Università, come spesso accade, si trova negli Stati Uniti.

Pier Paolo Pandolfi, ricercatore presso la Harvard Medical School di Boston, ha scoperto un nuovo metodo per combattere il cancro: è riuscito a far invecchiare le cellule malate, senza provocare danni a quelle sane.

Lo studio ha cercato di ovviare il problema dell’utilizzo di sostanze tossiche, che minano anche le cellule sane dell’organismo, è risaputo infatti che cure come la chemioterapia hanno spesso effetti collaterali.

Pandolfi è riuscito invece ad interrompere il meccanismo di proliferazione delle cellule malate, attraverso un processo di invecchiamento, che le porta inesorabilmente a morire.

Per attivare questo meccanismo è bastato agire sul gene Skp2, disattivandolo.

Le cellule tumorali infatti, si dividono in modo infinito, senza passare dal normale processo di senescenza, ma lo studio effettuato su cavie dimostra che bloccando il gene Skp2, avviene il processo di invecchiamento, con il quale le cellule smettono di divedersi e di crescere.

La ricerca si è avvalsa di cavie geneticamente modificate, affinché sviluppassero un tumore alla prostata, in alcune di queste hanno reso inattivo il gene Skp2, verificando che, dopo sei mesi, gli animali con il gene disattivato avevano sviluppato un tumore significativamente più piccolo.

Al microscopio, i tessuti dai linfonodi e dalla prostata, mostravano cellule tumorali che stavano invecchiando, diminuendo la loro velocità di moltiplicazione.

Lo stesso processo attuato sulle cavie è stato sperimentato anche in vitro, su cellule tumorali della prostata umana.

Inoltre secondo l’équipe di medici, le cellule che invecchiano sarebbero solo quelle malate, perciò disattivare il gene con farmaci potrebbe funzionare come “terapia pro-senescenza per la cura e la prevenzione del cancro”, scrive Pandolfi.

La scoperta pubblicata su Nature, potrebbe portare allo sviluppo di un farmaco efficace per molti, se non per tutti i tipi di tumore.

Giulia Di Trinca