Conigliette di Playboy nei programmi per bambini: l’errore di un’emittente privata americana

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:26

La Time Warner Cable è una televisione satellitare americana specializzata nell’intrattenimento “On the domand” vale a dire paghi ciò che desideri vedere. Una tipologia molto gradita e consumata negli Stati Uniti e che ora sta iniziando a diffondersi anche in Europa. All’utenza viene proposta una grandissima e molteplice varietà di programmi in base ai propri interessi: dallo sport all’informazione giornalistica, dai programmi per i bambini e la famiglia ai film erotici, dalle serie TV alle telenovelas.

Questa tv via cavo ha commesso però ieri un errore di programmazione che ha avuto strascichi di proteste importanti. Durante la proiezione quotidiana dei cartoni animati volti al divertimento dei più piccoli è apparso un riquadro dove veniva trasmesso un programma parallelo decisamente poco adatto al pubblico minorile. Sui canali Kids On Demand e Kids Preschool On Demand nell’angolo in alto a destra dello schermo vanno in onda le clip sexy. Puntate plubbicitarie di Playboy, colme di conigliette e donne sexy in atteggiamenti erotici ed equivoci. Il tutto in piena fascia protetta, durante le prime ore del pomeriggio post-pranzo.

Immediate le scuse dei boss dell’emittente, che comunque non sono servite a placare la bufera. Migliaia sono state le chiamate e le telefonate rivolte ai centralini da genitori infuriati per la svista madornale. «C’è stato un errore tecnico, siamo davvero mortificati», dice il portavoce della TWC Keith Poston. «Lo sbaglio, purtroppo, è successo proprio nell’ora e sui canali tv peggiori in cui poteva succedere»

La Time Warner ha assicurato di aver registarto il problema per evitare che si ripeta in futuro. Il deprecabile  show è stato trasmesso per circa due ore in diverse zone della North Carolina. Solo dopo un’ora di lavoro è stata ripristinata la corretta programmazione. Tutto è tornato alla normalità anche se numerose mamme hanno continuato a telefonare indignate per l’accaduto fino a tarda sera, minacciando azioni legali nei confronti della televisione privata rea di aver rischiato di traumatizzare i loro bambini.

Alessandro Frau