Elijan Wood e Giuseppe Tornatore protagonisti del 40° Festival di Giffoni

Dal 18 al 31 luglio ritorna l’attesissimo Festival di Giffoni. Molte le novità e le star di fama internazionale previste per la quarantesima edizione della più famosa rassegna di film per ragazzi.

Ospiti d’onore saranno Elijah Wood e Giuseppe Tornatore. Il primo farà ritorno al festival in occasione della “Maratona degli anelli” ovvero la proiezione no-stop dei tre film diretti da Peter Jackson, che lo hanno visto protagonista nei panni dell’hobbit Frodo. Al secondo, invece, è stato assegnato il premio Truffaut. In onore del Maestro, che incontrerà i ragazzi di Masterclass per una lezione di cinema sulla regia, verrà proiettata una rassegna monografica di 5 film. Verrà inoltre assegnato al miglior attore, attrice o regista emergente il premio Vittorio Mezzogiorno, promosso anche quest anno dalla figlia Giovanna.

Tra le anteprime a cui gli spettatori potranno assistere ci sono: “L’Apprendista stregone”, presentato dalla Walt Disney Italia, ovvero una rivisitazione del grande classico Disney datato 1940 “Fantasia”. La pellicola, in uscita il 25 agosto, è diretta da  Jon Turteltaub e nel cast figurano nomi di spicco quali  Monica Bellucci, Nicolas Cage e Alfred Molina. Molto attesi sono anche i primi dieci minuti del film “Winx 2 – 3d” prodotta da Medusa e previsto nelle sale italiane il 29 ottobre.

Sono in tutto circa 160 i film, divisi per categoria in base alla fascia d’età, che la direzione artistica porterà nella cittadina salernitana. Come ogni anno saranno proprio i ragazzi a votare le pellicole dopo aver assistito alla loro proiezione. Novità di quest anno è invece l’accordo raggiunto tra la Regione Campania e il Ministero per lo Sviluppo Economico in riguardo al finanziamento per la realizzazione della Giffoni Multimedia Valley, ovvero una grande area destinata alla creatività e alla cultura. Sarà pronta nel 2013 e comprenderà una Cineteca regionale (6000 titoli), il Museo “Testimoni del tempo”, due sale di proiezione (1000 posti) e un’arena per i grandi eventi, luogo deputato alla cultura e allo spettacolo.

di Roberto D’Amico