Europa League – Fulham-Juventus: 4-1, bianconeri fuori dall’Europa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:59

Incredibile tracollo della Juventus negli ottavi di finale di Europa League. Dopo il rassicurante 3-1 della gara d’andata, i bianconeri sono stati superati 4-1 dal Fulham, e devono così dire addio alle competizioni europee. Sull’intero match pesa come un macigno l’espulsione di Cannavaro a metà primo tempo: da quel momento gli inglesi hanno dominato in tutti i settori del campo, meritando a pieno la qualificazione ai quarti.

E dire che la Juve era partita benissimo, trovando dopo soli due minuti il gol del vantaggio: cross dalla destra di Salihamidzic (preferito a Grygera), Diego cercava di controllare il pallone che sul rimpallo finiva sui piedi di Trezeguet, che di sinistro infilava nell’angolino basso alla destra di Schwarzer.

Il gol dell’1-0 sembrava mettere in discesa il discorso qualificazione, ma al 9° minuto gli inglesi trovavano immediatamente il gol del pari con Zamora, abile a stoppare un cross dalla sinistra di Konchesky dopo essersi liberato di Cannavaro (con un fallo?) e a battere l’incolpevole Chimenti.

Il Fulham prendeva coraggio e al minuto 27 arrivava l’episodio che decideva il match: Davies, lanciato a rete, veniva fermato fallosamente da Cannavaro al limite dell’area. L’arbitro Kuipers non faceva sconti e gli mostrava il cartellino rosso tra le proteste dei giocatori bianconeri. Zaccheroni inseriva Grygera al posto di Candreva, piazzandolo al centro della difesa al fianco di Zebina. Sulla punizione seguente Chimenti compiva il miracolo, togliendo dall’incrocio dei pali la punizione di Zamora.

Il Fulham schiacciava la Juve nella propria metà campo, e nel giro di due minuti colpiva due legni: prima Davies su punizione faceva tremare la traversa con Chimenti immobile, poi sul corner seguente Etuhu centrava il palo. Inevitabile, al 39°, arrivava il gol degli inglesi con Gera, che infilava da due passi su assist di Davies. Si andava così negli spogliatoi sul 2-1 per la squadra di casa.

L’inizio della ripresa era un incubo per la Juve: passavano solo 4 minuti e l’arbitro concedeva agli inglesi un calcio di rigore per un mani in area di Diego. Sul dischetto si presentava Gera che firmava la propria doppietta spiazzando Chimenti.

Dopo il gol del 3-1, gli inglesi finalmente abbassavano il ritmo, e la gara calava di intensità. Zaccheroni inseriva De Ceglie per Camoranesi, passando alla difesa a tre. Dempsey, subentrato a Kelly, metteva alla prova i riflessi di Chimenti con un colpo di testa da distanza ravvicinata, ma il portiere era bravo a rifugiarsi in angolo.

Quando la gara sembrava avviarsi verso i supplementari, arrivava la doccia fredda per i bianconeri: proprio Dempsey, a otto minuti dal termine, si inventava un pallonetto dal limite dell’area che si infilava sotto l’incrocio senza lasciare scampo a Chimenti.

Il finale raccontava solo dell’ingresso in campo di Del Piero e dell’espulsione per fallo di reazione di Zebina, che usciva dal campo facendo un brutto gesto ai propri tifosi.

FULHAM-JUVENTUS 4-1

MARCATORI: Trezeguet (J) al 2′, Zamora (F) al 9′, Gera (F) al 39’p.t.; Gera (F) al 4′ su rigore, Dempsey al 37′ s.t.

FULHAM (4-4-1-1): Schwarzer; Kelly (25′ s.t. Dempsey), Hughes, Hangeland, Konchesky; Duff, Baird, Etuhu, Davies; Gera (40′ s.t. Riise); Zamora. (Zuberbuhler, Nevland, Smalling, Dikgacoi, Marsh-Brown). All. Hodgson.

JUVENTUS (4-3-2-1): Chimenti; Salihamidzic, Zebina, Cannavaro, Grosso (40′ s.t. Del Piero); Camoranesi (7′ s.t. De Ceglie), Felipe Melo, Sissoko; Diego; Candreva (28′ p.t. Grygera); Trezeguet. (Pinsoglio, Poulsen, Marrone, Iaquinta). All. Zaccheroni.

ARBITRO: Kuipers (Olanda).

NOTE: spettatori 25 mila circa. Espulsi: 27′ p.t. Cannavaro per comportamento non regolamentare, 46′ s.t. Zebina per gioco scorretto. Ammoniti Camoranesi, Diego, Konchesky, Melo.

Pier Francesco Caracciolo

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!