Dopo Alice, una nuova sfida per Tim Burton: la Famiglia Addams

Chi non ha tempo, non aspetti tempo, dice il proverbio.

Tim Burton segue alla lettera il detto e non riposa sugli allori conquistati con il grande successo di pubblico ottenuto in tutto il mondo dalla sua versione di Alice in Wonderland, cupa e meno ironica rispetto alle opere di Lewis Carroll e della versione della Disney, ma pur sempre originale nell’approccio.

Grazie ad incassi che hanno ormai “doppiato” il budget speso per il film sulle vicende di una Alice non più bambina, il regista americano può contare sulla fiducia delle case produttrici.

Dopo la sfida di Alice, Tim Burton si cimenterà con la famiglia Addams, realizzando un film in stop-motion 3d, tecnica di ripresa e animazione già sperimentata Nightmare Before Christmas .


Lo spunto è offerto dalle strisce a fumetti create da Charles Addams negli anni Trenta, che il pubblico italiano ha imparato a conoscere attraverso la serie tv e gli adattamenti cinematografici che hanno coinvolto un cast d’eccezione: Angelica Huston, Raul Julia, Christina Ricci.

 

I personaggi ideati da Addams sono caratterizzati da humour nero, spietata leggerezza, capacità di spiazzare ogni luogo comune accettato dalla “buona” società borghese. La genuina follia dei membri della bizzarra famiglia Addams smaschera l’avidità, la falsità e la doppiezza delle cosiddette persone “normali”, elemento che la rende particolarmente adatta al riadattamento dell’estroso Tim Burton.

Un impegno non facile da affrontare, ma che non sembra preoccupare il creativo regista. La sua agenda, infatti, è già fitta di impegni cinematografici, a partire da maggio con il prestigioso impegno come presidente della giuria al Festival di Cannes.

Nel 2011 dovrebbero uscire sia Frankenweenie, un altro stop-motion 3D, che Dark Shadows, ancora con il suo attore prediletto Johnnie Depp. In cantiere c’è anche Maleficent, anch’esso ispirato a un classico della letteratura per bambini: La bella addormentata nel bosco.

Ci aspetta un “pieno” di Tim Burton…


 

Laura Denaro