E’ già allergia in Italia

Sono già quasi 9 milioni gli italiani colpiti da allergia ai pollini , pari ai circa il 15-20% della popolazione totale.

I sintomi sono sempre quelli classici: tosse secca, crisi di starnuti, naso chiuso o che cola, prurito e occhi arrossati.
A far scatenare in questi giorni i sintomi della rino-congiuntivite allergica e dell’asma bronchiale sono soprattutto i pollini di cipressi, betulle e noccioli.
Ad alimentare il tutto le piogge abbondanti di questi ultimi giorni che hanno solo ritardato il fenomeno.

Molte le varietà botaniche che causano gli starnuti.

E proprio con l’ingresso della Primavera, il prossimo 21 marzo, l’Aia organizza la Giornata nazionale dei pollini.

Ma anche sul sito ilpolline.it e’ pubblicato settimanalmente il bollettino pollinico aggiornato regione per regione.
I disturbi allergici ai pollini possono colpire a qualsiasi età.

Per fronteggiare, quindi, queste prime forme allergiche si può ricorrere ‘ad antistaminici di ultima generazione, non sedativi, spray nasali cortisonici e, in casi estremi può essere utile associare un vasocostrittore nasale

Tra i consigli pratici quelli di lavare spesso viso e capelli, proteggere gli occhi dal vento, aprire le finestre non rivolte controvento e mai nelle ore calde.

Wanda Cherubini