Gran Bretagna: Gesù appare sul fondo di una padella

Un’apparizione particolarmente strana è avvenuta in Gran Bretagna, a Lancaster, la scorsa mattina. Il volto di Gesù Cristo è apparso sul fondo di una padella bruciata davanti agli occhi increduli di un giovane ragazzo inglese di nomeToby Ellis. L’immagine sta facendo il giro del mondo seguita da una marea di chiacchiere e critiche indignate. Stupore mischiato a incredulità.

Toby ha raccontato così il presunto evento mistico: “Tutto è successo dopo essermi addormentato mentre friggevo una fetta di pancetta. Svegliatomi di soprassalto a causa del forte odore di bruciato, mi sono ritrovato il volto di Gesù Cristo davanti agli occhi. E’ stato commovente. La cosa più commovente della mia vita”. Una notizia così strana e particolare da partorire emozioni contrastanti in coloro che si sono imbattuti nella lettura dell’evento.

Si tratta solo dell’ultima di una lunga serie di manifestazioni, vere o presunti tali, del volto di Gesù Cristo avvenute negli ultimi anni. Prima di questa possiamo ricordare il volto trasfigurato su un ferro da stiro o sul finestrino di un auto. Eventi che non hanno avuto alcuna conferma ufficiale e per questo relegate come “stranezze”, “coincidenze” o “truffe e scherzi” di dubbio gusto.

Una delle accuse più comuni nei confronti dell’immagine mira a colpire la mancanza di autenticità della foto stessa. Per molti è con evidenza realizzata tramite sofisticati programmi informatici.  Una montatura creata ad arte per  sconvolgere l’opinione pubblica e farsi pubblicità. Il giovane ha dovuto subire una moltitudine di offese rivoltegli dai credenti di tutto il mondo indignati per un “uso” così leggero di una materia così importante e sacra.

Toby Ellis afferma di non aver ritoccato nulla e che l’immagine di Cristo è apparsa nella padella senza alcun ritocco artificiale. Un vero e proprio miracolo. Un’autentica apparizione che egli ha scoperto svegliandosi improvvisamente per la puzza forte di bruciato. Certamente è una foto destinata ad essere diffusa largamente accompagnata a miriadi di commenti diversissimi l’uno dall’altro.

Alessandro Frau