Martina Colombari ad Haiti: volontaria in prima linea

Martina Colombari, 34 anni, è la testimonial della Fondazione Rava, ma soprattutto è una volontaria in missione umanitaria ad Haiti, perché per lei conta dare una mano concreta anche sul posto, in prima linea, e non solo indossare un abito da sera e fare semplicemente l’ospite in questa o quell’altra trasmissione per smuovere i sentimenti della gente.

L’ex miss Italia va oltre e, anche se su di lei sono piovute molte critiche da parte di chi l’ha accusata di volere sfruttare la tragedia di Haiti per farsi pubblicità, supportata da suo marito, l’ex calciatore Billy Costacurta, è salita su un aereo diretto in uno dei luoghi più tristi del momento.

Ad Haiti era già stata più volte, ma racconta che questa volta lo scenario che si è trovata davanti era ben più doloroso: “Haiti era già sofferente, ora è la stessa, ma con molti più morti, più macerie, più dolore. Tutti gli aiuti umanitari che sono arrivati dopo il terremoto non sarebbero bastati nemmeno prima: forse la situazione dei primi giorni dell’Aquila, Haiti la vivrà fra 50 anni. C’è ancora moltissimo da fare, è tutto distrutto”.

Martina Colombari dice di avere la coscienza pulita, che chi si fa pubblicità con questa tragedia, senza esserne realmente coinvolto, alla fine verrà scoperto: “Mi accusino pure, ma l’importante è che si continui a parlare di Haiti. C’è bisogno davvero di tutto: anche di braccia disposte a scaricare le merci degli aiuti umanitari; a cambiare le flebo; anche a mettere i cadaveri nei sacchi di plastica. Prima c’erano le bare di cartone, ora neppure quelle”.

La Colombari è mamma di un bimbo di 5 anni, Achille, e in tutte le sue immagini ad Haiti lei ha sempre sul viso un sorriso, e la dolce serenità che solo una mamma sa dare.

Stefania Longo