Elisabetta Canalis, sposa in bianco, si racconta

I fan di Elisabetta Canalis sono fieri di vederla conquistare, dopo il pubblico italiano, anche quello americano; perché è inevitabile che il suo invidiato legame con l’affascinante George Clooney la porti a sottoporsi ai continui sguardi attenti di tutti.

L’ex velina mora non sbaglio un colpo, e mentre è impegnata a Roma sul set di “A Natale mi sposo”, il cinepanettone di Massimo Boldi, finge davanti a paparazzi ed ammiratori, di non sentirsi diva, ma ci piace pensare che lei diva lo sia davvero.

Elisabetta ha lanciato uno stile, il suo, semplice come lei; così l’abbiamo ammirata sui famosi “tappeti rossi” con gli abiti in chiffon, stile vedo non vedo, creati anche grazie ai suoi suggerimenti, con le spalle scoperte e il décolleté in vista, capelli sciolti e nessun gioiello.

Il suo look e il suo sex appeal piacciono a tutti, e lei, intervistata durante una pausa dalle riprese, da Antonello Sarno per News Mediaset  si racconta.

E’ passata dal bancone di Striscia al set di film importanti, e lei si sente forte perché sa di avere il suo pubblico, i suoi fan che l’hanno sempre sostenuta. Non concepisce le condanne rivolte alle ragazze che vogliono fare, come lei, le veline, “è un modo pulito per guadagnare soldi, ma in modo temporaneo, poi se c’è talento si continua, altrimenti si ritorna alla vita di prima, come succede a molti. Il mio imparare non è ancora finito, scopri nel tempo di avere interessi che non avresti mai pensato”

Alla domanda se esiste uno stile Canalis, lei ride e risponde: “Basta fregarsene, mi piace scegliere i vestiti per le varie occasioni, mi piace mettere del mio, anche sbagliando. A me piace uno stile semplice anche un po’ mascolino, fiera di esserlo; mai pomposa”.

Aggiunge di avere progetti anche in America, ma senza, ovviamente, svelarli.

Alla classica domanda se si sposerà, risponde di sì e in bianco, a meno che non le porti sfortuna una sfilata in abito da sposa fatta quando aveva sedici anni; ma noi le auguriamo proprio di no.

Stefania Longo