Film per tutti i gusti con Meryl Streep, Vaporidis e Mel Gibson

Questo sarà un fine settimana ricco di titoli avvincenti per le sale dei cinema e ce ne sarà per tutti i gusti, dalle commedie esilaranti ai thriller ricchi di suspense. Arrivano anzitutto Meryl Streep ed Alec Baldwin nei panni dei due ex-coniugi protagonisti del film ‘E’ complicato’; per il cinema nostrano avremo poi invece Nicolas Vaporidis alle prese con un viaggio per l’Europa che diventerà un’esperienza di formazione in ‘Tutto l’amore del mondo’ e, per non farci mancare nulla, ‘Il Profeta’ racconterà la difficile storia del 19enne Malik costretto a sei anni di reclusione in un carcere dove per sopravvivere dovrà sottostare a ferree regole non-scritte.

‘E’ complicato’, di Nancy Mayers, mostra quanto possano essere precari ed ingestibili gli equilibri di una coppia di cinquantenni di oggi. Jane (Meryl Streep) ed il suo ex-marito Jake (Alec Baldwin) hanno infatti un ottimo rapporto, dovuto soprattutto ai tre figli nati dal loro matrimonio. Proprio, però, la festa di laurea di una figlia diventa l’occasione fugace per riaccendere la passione fra i due ex-compagni, nonostante Jake abbia una nuova vita insieme Agness. Come se non bastasse l’amico architetto Adam (Steve Martin) vorrebbe confessare a Jane di essersi innamorato di lei, ma si trova affibbiato il ruolo scomodo di confidente della “nuova” coppia.

‘Tutto l’amore del mondo’, di Riccardo Grandi, racconta lo svolgimento di quello che inizia come un pesante viaggio di lavoro ma che poi si rivela una romantica esperienza che porterà i protagonisti, un gruppo di amici, a fare tappa nelle maggiori città europee (da Barcellona a Parigi, da Amsterdam a Londra). A questi ragazzi diventati ormai adulti viene quindi concessa la possibilità di riflettere sulla vita che scorre, che si intreccerà con battiti di cuore ed innamoramenti dal sapore post-adolescenziale.

Per il genere invece un po’ più movimentato senz’altro i più troveranno pane per i loro denti con ‘Il Profeta’ di Jacques Audiard e ‘Fuori Controllo’ di Martin Campbell. Il primo è un film che ha ricevuto numerosi premi, portando a casa ben 9 César; la storia del giovane protagonista interpretato da Tahar Rahim diventa una specie di analisi dell’esperienza umana in generale, tanto che il regista ha definito il personaggio come “un nuovo prototipo di uomo”. La pellicola del veterano del cinema d’azione Martin Campbell, vede invece un Mel Gibson al suo ritorno sul grande schermo dopo ben 8 anni di assenza durante i quali ha preferito stare più dietro alle cineprese come regista che davanti. La storia vede il poliziotto Thomas Craven che vede sua figlia uccisa da un colpo di fucile davanti ai suoi occhi senza un motivo apparente; attraverso delle ricerche mosse dal senso di vendetta, arriverà invece a scoprire trame più complicate e pericolose di cui l’assassinio di sua figlia risulterà essere soltanto la punta dell’iceberg.

Andrea Camillo