L’orgoglio di Papandreou: “Pagheremo i debiti”

Appare come una risposta necessaria ad un popolo messo in crisi, oltre che dall ‘economia, anche dal continuo parlare dall’esterno su come eventualmente aiutare, sostenere, salvare.  Al congresso nazionale del Partito Socialista infatti oggi il premier George Papandreou ha usato parole cariche d’ orgoglio, rilanciando un sentimento nazionale in forte difficoltà. “La Grecia ha un governo forte e un popolo coraggioso”, e ancora ” Non stiamo chiedendo a nessuno di pagare i nstri debiti, li pagheremo da soli”.

Accanto ovviamente ai messaggi più propriamente tecnici. Innanzitutto annunciando che il rischio di default sul debito pubblico non esiste, grazie ai provvedimenti presi in materia fiscale in politica interna. E poi lanciando messaggi anche al di fuori, denunciando il rischio delle “speculazioni” contro la Grecia. Il riferimento è alla richiesta di un pacchetto di misure che favoriscano il paese ellenico nel ridurre i suoi costi di indebitamento, anche alla luce del fatto che, in materia di rifinanziamento, è cstretto a pagare tassi doppi rispetto, ad esempio, alla Germania.
Il 25 e il 26 Marzo, a Bruxelles, sono attese le risposte.

Alberto Martinelli