Milan, Mola:” Dzeko primo obiettivo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:17

L’esperto di mercato  Giulio Mola, ha parlato ai microfoni di MilanNews, per analizzare il mercato del Milan.

Sig. Mola, tempo fa disse che se il Milan vinceva a Firenze se ne sarebbero viste delle belle, la classifica di oggi cosa le fa pensare?

“Che ne stiamo vedendo di belle. Penso che per un po’ sarà grande equilibrio, le ultimissime giornate sembrano invece favorire l’Inter, almeno vedendo il calendario. Però azzardo: se l’Inter vince a Palermo, rimette le mani sullo scudetto”.

Yepes al Milan, domenica scorsa è scoccata la scintilla?

“Sarà perché ha giocato bene domenica sera, può darsi. Non ho seguito bene la vicenda. Comunque ha 34 anni ed è un parametro zero. Penso che il Milan stia cercando anche qualche calciatore più giovane e magari più forte. Occhio a Juan, che piace pure all’Inter”.

Yepes è un giocatore da Milan?

“Avendolo visto domenica sera direi che ci può stare Yepes nel Milan, ma confesso di non averlo visto tantissime volte. Comunque io dei parametri zero mi fido molto poco”.

Astori è un altro nome che da tempo viene accostato ai rossoneri, Cellino potrebbe davvero ostacolare l’esito della trattativa?

“Astori è stato seguito spesso nelle ultime settimane, purtroppo per lui quando il Cagliari ha incassato molti gol. E’ un buon difensore, ma deve ancora maturare. Comunque Cellino non ostacolerebbe la trattativa”.

Il mercato del Milan vertirà solo sui nomi già conosciuti o la società si sta muovendo a fari spenti su altri obiettivi?

“L’eliminazione dalla Champions ha frenato un certo tipo di operazioni. Resto dell’idea che Dzeko è il primo obiettivo, dovrebbe arrivare al Milan, ma non a quella cifra (40 milioni), sparata dal Wolfsburg. Per i portieri mi pare si vogliano confermare Abbiati e Storari, anche se Marchetti è in preallarme. Se Gattuso davvero chiedesse di essere ceduto, potrebbe arrivare un centrocampista con quelle caratteristiche. Servirà poi certamente un esterno, perché per opposti motivi i progetti Beckham e Mancini sono già tramontati. Ma adesso far nomi è prematuro”.

 Fonte: milannews.it

Pasquale Della Valle

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!