Serie B: Reggina-Lecce, i calabresi s’illudono ma Marilungo li riporta alla realtà

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:26

REGGINA: Marino, Adejo, Cascione, Lanzaro, Vigiani(11’Barillà), Carmona, Tedesco, Pagano(63’Missiroli), Costa(72’Cacia), Brienza, Bonazzoli All.:Sig. Breda

LECCE: Rosati, Belleri(58′ Di Michele), Ferrario, Terranova, Mazzotta(41’Munari), Angelo, Vives, Giacomazzi, Mesbah, Baclet(79′ Schiavi), Marilungo All.: Sig.De Canio

Arbitro: Sig. Saccani di Mantova

Marcatori 22′ Barillà, 62′ Marilungo, 66’Angelo, 76′ Marilungo, 90’Cacia, 91′ Marilungo

Ammoniti: Tedesco, Pagano, Vives, Mesbah, Adejo, Bonazzoli

Recupero: 3′; 3′

Nei primi minuti sembra una Reggina molto più tonica e reattiva degli avversari. Al 21′ Tedesco batte un calcio di punzione dai 30′ metri, la palla giunge al limite dell’aria sui piedì del giovane Barillà che controlla bene il pallone e scaglia un destro preciso ed angolato, per l’estremo difensore salentino è impossibile arrivarci ed i padroni di casa sono in vantaggio.

Il Lecce fatica a reagire e la prima palla pericolosa dei giallorossi arriva solamente al 41′, Angelo avanza dalla metà campo e dai 20 metri scaglia un destro potente ma poco angolato, per Marino è sin troppo facile bloccare la sfera.

Nella ripresa però la capolista entra in campo con ben altro piglio ed al 18′ trova il pareggio. Un traversone di Angelo dalla fascia di destra giunge al centro dell’area dove Marilungo dopo un contrasto con un difensore avversario rimane in piedi avvitandosi e scaricando il pallone in rete.

Passano soli 3′ ed ancora l’intesa Marilungo-Angelo è letale per i padroni di casa, l’azione comincia dalla linea mediana del campo con l’ex doriano che serve il compagno sulla fascia di destra, la sua avanzata non viene contrastata e può così sfoderare un bel destro dal limite dell’area che va a colpire il palo interno insaccandosi poi alle spalle di Marin, il Lecce ribalta così il risultato.

I Calabresi sono ormai in balia degli avversari ed al 31′ i giallorossi trovano anche il terzo gol, calcio di punizione dalla trequarti, Mesbah corregge di testa per Marilungo che a pochi metri dalla porta avversaria non può sbagliare e sigla la propria doppietta personale nonchè il decimo gol in campionato.

La Reggina cerca di riaprire la partita ed al 45′ Cacia accorcia le distanza con un grandissimo gol, l’ex piacentino stoppa di petto un pallone proveniente dalle retrovie e poi calcia al volo battendo l’incolpevole Rosati. Il Lecce però non ci sta ed un minuto più tardi ristabilisce le distanze, fa tutto bene Di Michele sull’out di sinistra servendo con un cross calibrato ancora Marilungo, il talentino ringrazia e sigla la sua prima tripletta.

Per la Reggina è notte fonda, i salentini tornano alla vittoria dopo 5 turni.

Simone Meloni

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!