Busi all’Isola dei Famosi ha accusato la Venier di essersi “ritoccata”. Ed è vero

La reazione esagerata della Venier alle accuse di Busi ha insospettito il pubblico, e a ragione

Se ne è parlato e se ne continua a parlare. Nella sparata a zero di Aldo Busi all’Isola dei Famosi di mercoledì scorso fra le critiche e le accuse dello scrittore c’è stato anche spazio per l’opinionista della serata Mara Venier: “Sarà stanca lei per tutti gli interventi chirurgici”. La Venier ha contrabattuto senza esitare con un “io so’tutta vera!”, ma non ha nascosto di essersi profondamente offesa e quando il programma ha dovuto riprendere i contatti con Busi prima della chiusura l’ex conduttrice di Domenica In ha abbandonato lo studio (la Ventura sarebbe stata disposta a evitare un nuovo collegamento, ma la Venier ha insistito).

confronto tra la Venier del 2000 e quella del 2009

Il modo in cui la Venier ha reagito ha sicuramente dato da pensare a più di uno spettatore: con tutti che additano i ritocchi di tutti nella televisione di oggi, è parso strano che l’ex regina della domenica pomeriggio abbia potuto offendersi tanto. Ma la ragione c’è, econsiste in una bella coda di paglia (chissà, forse vicina a quella che la Venier ha notato in Busi quando ne ha denunciato la permalosità): basta una velocissima ricerca su Google per scoprire tutti i segreti del bel viso di Mara.
La conduttrice ha ammesso infatti di fare le punture di acido ialuronico per combattere le rughe delle labbra; inoltre non ha potuto negare di essere comparsa come ogni altra donna di spettacolo in foto che erano state ritoccate in modo da nascondere i difetti fisici dell’età. Se però vogliamo considerare la fonte più o meno veritiera della rubrica di Striscia la Notizia “Fatti e Rifatti“, il volto della Venier sarebbe stato aiutato anche nella zona occhiaie.

Adesso la Venier smentisce tutto: “Il fatto che abbia cambiato tono e atteggiamento con lui (Aldo Busi) proprio dopo l’accenno a presunti ritocchi dal chirurgo è solo un ‘caso'”. Sarà, ma il web attesta tutt’altro.

Rossella Mazzanti

Notizie Correlate

Commenta